24 maggio 2020 giornata della comunicazione foto

24 maggio 2020 giornata della comunicazione

24 maggio 2020: giornata della comunicazione.

Un appuntamento particolarmente importante per noi giornalisti, per riflettere e migliorare la nostra etica professionale.

Il ruolo del giornalista nella società moderna è molto complesso e deve essere rivolto sempre ad una comunicazione credibile e veritiera.

24 maggio 2020 giornata della comunicazione – il giornalismo oggi

Il giornalismo oggi abbraccia tutto il vivere sociale in ogni settore della vita economica, storica, culturale ecc. Non c’è aspetto della nostra vita quotidiana che non può essere oggetto di attenzione giornalistica.

Quindi, la stampa svolge un ruolo primario ed insostituibile.

I moderni mezzi tecnologici ne hanno esaltato e potenziato la sua funzione e la sua missione.

L’attuale nuova tecnica digitale sta modificando il modo e il mondo di fare giornalismo, ma non potrà mai modificarne i valori, l’etica e la professionalità.

Riportiamo quanto dichiarato da Mons. Domenico Pompili, Vescovo di Rieti, già Direttore dell’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana e già Sottosegretario della CEI, in uno dei suoi tanti interventi.

Le parole di Mons. Domenico Pompili, Vescovo di Rieti

“Senza una comunicazione credibile, rischiamo di essere consegnati mani e piedi ad una sorta di alluvione informativa che ieri era nelle mani dei potentati economici e politici e oggi del grande mondo tecnologico.

Ciò  rischia di essere un soggetto senza testa, in un mondo che si è fatto complicato.  Tra i vincoli a cui è sottoposto il giornalista c’è la pressione ideologica. Quello che  forza il singolo ad adeguarsi al mainstream, che lo costringe a sagomare il suo lavoro sulle tensioni compulsive del committente”.

Oggi non c’è più nessuna ideologia, se non quella di massimizzare i profitti.

La pressione ideologica è la nuova ideologia.

 Inoltre la rarefazione della formazione personale che non recede di fronte alle proprie convinzioni e sa accettare anche l’insuccesso immediato, pur di non farsi fagocitare.

Il primo compito

Il primo compito – e forse il più importante – è promuovere una comunicazione che informa e, allo stesso tempo, forma coscienze libere e capaci di valutare quanto accade.

L’informazione non può essere una descrizione o elencazione asettica di notizie verso cui viene sviluppato anche un certo senso di nausea.

Per questo è importante offrire sempre un quadro interpretativo che possa aiutare a capire quanto accade. Informare e formare: questo è il compito! possibilmente con uno sguardo che sia aderente alla realtà e senza precomprensioni”.

Abruzzo Oggi, nato da poco,  festeggia e si onora di associarsi alle altre testate giornalistiche ben più illustri in questa Giornata della Comunicazione che è anche la nostra Festa.

 

Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana