A L’Aquila il Concours mondial de Bruxelles per i vini rosati foto

A L’Aquila il Concours mondial de Bruxelles per i vini rosati

A L’Aquila il Concours mondial de Bruxelles per i vini rosati.

Arriva addirittura da Brno città Repubblica Ceca, dove si sta svolgendo il Concours mondial de Bruxelles, la notizia che L’Aquila ospiterà il primo concorso mondiale del vino rosato.

Emanuele Imprudente, Vice Presidente della Giunta Regionale con delega all’Agricoltura ha dato questo importante annuncio.

A L’Aquila il Concours mondial de Bruxelles per i vini rosati – le dichiarazioni di Emanuele Imprudente

Infatti, Imprudente ha anche dichiarato: “Il Concours Mondial de Bruxelles costituisce venti anni e passa di evoluzioni, scoperte e ricerche minuziose di vini di qualità, in giro per il mondo e ha come primaria ambizione di offrire ai consumatori una garanzia: distinguere vini d’ineccepibile qualità, veri e propri piaceri di consumo e di degustazione provenienti dai quattro angoli del mondo, per tutte le gamme di prezzo. C’è stato un grande ritorno di immagine per la nostra regione quando, al momento della scelta, è passata una sequenza di foto dei territori e della tradizione vinicola abruzzese. Un volano importante e di qualità per l’economia e per il turismo dell’Abruzzo”.

Una manifestazione prestigiosa

Una cosa è certa: la manifestazione è la più prestigiosa a livello europeo, se non mondiale e la partecipazione all’evento costituisce la massima ambizione per i produttori di vini.

Le aziende  produttrici di vino che vi partecipano hanno tante opportunità.

La prima è quella della conquista di nuovi mercati a livello internazionale; permette inoltre la possibilità di inserirsi in un mercato globale fatto di appositi cataloghi e specializzazioni produttive.

La grande affluenza di visitatori

La grande affluenza di visitatori permette l’identificazione dei migliori prodotti per mezzo dei diversi degustatori delle tante nazioni che vi partecipano.

Lo scambio di opinioni e di esperienze sono un patrimonio culturale che serve da stimolo a migliorare le diverse produzioni.

Il risultato finale è anche quello che favorisce eventi promozionali per i vini premiati e ne pubblicizza la loro qualità.

L’ambiente “fieristico”

L’ambiente che può essere definito anche “fieristico” rappresenta il contesto ideale per ogni attività di business, anche perché favorisce l’incontro fra offerta e domanda con relativi scambi di opinioni sui diversi prodotti.

A seconda dei punteggi medi ottenuti, un vino  ottiene al termine del giudizio riconoscimenti di tre livelli: Gran Medaglia d’Oro, Medaglia d’Oro, Medaglia d’Argento.

I tre premi sono fra i più ambiti a livello mondiale e costituiscono una certezza ed una garanzia  sulle qualità tecniche ed organolettiche dei vini.

 

Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana