Una boccata d’arte 2020

Una boccata d’arte 2020 Santo Stefano di Sessanio

Una boccata d’arte Abruzzo: arte e cultura nei borghi abruzzesi, nel 2020 a Santo Stefano di Sessanio (L’Aquila)

L‘Aquila, lì 09 settembre 2020 – Prima tappa di ” Una boccata d’arte ” in Abruzzo, a Santo Stefano di Sessanio l’installazione degli artisti ” Antonello Ghezzi.


Gli eventi organizzati sotto il nome di ” Una boccata d’arte ” nascono grazie all’intervento della Fondazione Elpis, in collaborazione con Galleria Continua. Il progetto vuole dare nuova linfa alla cultura, ed anche al turismo, attraverso l’incontro tra l’arte contemporanea e la bellezza storico artistica di 20 borghi italiani.


Una boccata d’arte Abruzzo: prima edizione weekend 12 e 13 settembre

A breve partirà la prima edizione di Una boccata d’arte, che inaugurerà le installazioni artistiche; dunque le mostre avverranno contemporaneamente in tutti i borghi d’Italia nel corso del weekend del 12 e 13 settembre 2020. Per quanto riguarda la regione Abruzzo la scelta ha premiato il paesaggio montano di Santo Stefano di Sessanio; quindi parliamo del comune aquilano che rientra nell’area del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Le opere rimarranno esposte nei borghi per un mese al fine di agevolare gli incontri all’aria aperta tra gli appassionati d’arte, e quindi incentivando il turismo.

Il borgo di Santo Stefano di Sessanio, in provincia dell’Aquila, ospiterà le opere degli artisti Antonello Ghezzi. Le costruzioni originarie sono state realizzate intorno a un elemento centrale costituito da un’antica torre di avvistamento, meglio conosciuta come Torre Medicea.⁠

Antonello Ghezzi ( Nadia Antonello + Paolo Ghezzi )

La notte a Santo Stefano di Sessanio vedi un cielo stellato che toglie il fiato: la Via Lattea e la moltitudine di stelle… e così spariscono i confini; non ti trovi più in uno dei più bei borghi medievali affacciato al Gran Sasso (1.250 metri di altitudine), poiché prendono il sopravvento l’infinito e l’Universo.

“I am with you, I have always been with you, don’t be afraid”

Innumerevoli bandiere sventolano issate tra le case ed i palazzi del borgo, negli angoli più remoti ed esposti, dagli antichi torrioni; mentre al laghetto vi è un pennone alto 7 metri. È la bandiera più importante di tutte perché chiunque, nel mondo, la può chiamare come propria. Raffigura la Via Lattea, la nostra galassia, è la bandiera del mondo.

Un’altra installazione si cinge alle strutture del paese, Under the same sky. È una grande tela, un collage di tessuti di infiniti blu. Tempestata di stelle e stelle cadenti, la tela avvolge un’impalcatura da cantiere.

Santo Stefano di Sessanio

Santo Stefano di Sessanio fu eretto, tra l’XI ed il XII secolo, sui ruderi dell’antico pagus romano di Sextantio (sta per “sei miglia” da Peltuinum). Nel XII secolo, il borgo entrò a far parte della Baronia di Carapelle, poi divenne possedimento della famiglia dei Piccolomini; mentre dalla fine del XVI al XVIII secolo succedettero i Medici ed infine fu annesso al Regno delle due Sicilie come possedimento del Re, fino all’Unità d’Italia.

Appuntamento a ” Una boccata d’arte 2020 “, Santo Stefano di Sessanio

Antonello Ghezzi: I am with you, I have always been with you, don’t be afraid
2020; inaugurazione 12 settembre 2020 ore 11,00 presso Piazza Medicea, 67020, Santo Stefano di Sessanio (AQ)

 

Comune di Santo Stefano di Sessanio

Sito unaboccatadarte.it / Pagina fb b’a

Torna alla Homepage AbruzzoOggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana