Il Teatro di Atri compie 140 anni foto

Il Teatro di Atri compie 140 anni: i festeggiamenti

Il Teatro di Atri compie 140 anni: i festeggiamenti.

Buon compleanno Teatro di Atri: arrivi ai tuoi 140 anni, ma non li dimostri poiché conservi tutta la tua eleganza e sobrietà, ma soprattutto, rappresenti sempre un grande tempio della cultura.

Il Teatro di Atri compie 140 anni: i festeggiamenti

Partecipiamo e celebriamo questo anniversario con gioia, poiché nonostante la pandemia, con l’aiuto dei moderni mezzi tecnologici il Teatro di Atri  riesce a farci vivere momenti di gioia e di grande spessore culturale.

Infatti per il tuo compleanno l’amministrazione comunale di Atri, in collaborazione con l’Archivio Di Jorio, ha organizzato uno spettacolo in programma senza pubblico (purtroppo)  per il prossimo 25 aprile alle 15. Esso prevede la partecipazione di molti artisti, anche con collegamenti esterni. Sarà diffuso inoltre il giorno dopo sul canale youtube e sulla pagina facebook del Comune di Atri.

Il cartellone dei partecipanti

Il cartellone dei partecipanti prevede i collegamenti con il tenore Riccardo Della Sciucca, il baritono Matteo Maria Ferretti, il direttore d’orchestra Cesare Della Sciucca, il direttore artistico dell’Associazione Amici della Musica 2000, Algino Battistini.

Calcheranno le scene del palcoscenico il compositore Marco Della Sciucca; Jacopo Muratori al violoncello e Diana Pettinelli al pianoforte; l’attrice Valeria Angelozzi e il Leonzi Swing Quartet formato da Concezio Leonzi, Riccardo Mariani, Jacopo Lolli e Matteo Di Rocco. Presenterà lo spettacolo la giornalista Evelina Frisa.

La struttura

Il Teatro di Atri si trova sulla piazza Duomo, proprio di fronte alla altrettanto stupenda Cattedrale intitolata a Santa Maria dell’Assunta.

Quindi, una zona che costituisce il fulcro e la storia della cultura Atriana.

La facciata, ricalca seppure con dimensioni minori, le linee del Teatro della Scala di Milano.

Infatti si eleva in tre livelli ben distinti, ma armonicamente collegati fra loro: al centro si offre con tutta la sua maestà lo stemma comunale, lavorazione bugnata, con tre ampi ingressi con archi a tutto sesto e soprastante  balconata centrale con tre finestroni, due elementi laterali con nicchie e frontone.

L’interno 

L’interno è quello tipico dell’architettura teatrale ottocentesca neoclassica, a pianta rettangolare collegata con semicerchio alla parte di ingresso.

Tre ordini di palchi, con intarsi lignei scolpiti a mano ed indorati, con soprastante loggione consentono un’ampia visione del palcoscenico e sembra voler abbracciare il pubblico agli artisti.

Naturalmente il cosiddetto “Palco Centrale” riservato alle Autorità.

Il Palcoscenico

Il Palcoscenico, ampio, permette un’acustica veramente buona, Si rialza dalla platea e termina con un frontone ad arco policentrico.

Ai lati della bocca del palcoscenico troviamo i ritratti i quattro rappresentanti illustri del teatro italiano: Verdi, Rossini, Goldoni e Alfieri.

Al centro si trova l’orologio realizzato da Luigi Orlando, noto artista atriano.

La platea può ospitare 86 posti a sedere; il teatro è dichiarato agibile fino a 300 persone.

L’arte teatrale in Atri

L’arte teatrale in Atri risale fino ai tempi romani, con la città di Hatria che aveva un grande teatro nel più classico stile romano  che poteva ospitare fino diecimila persone e di cui esistono i resti.

Un documento storico del 1776 parla del teatro pubblico di Atri accanto alla Chiesa di S. Andrea. Il suo stato di degrado fa sorgere nei cittadini atriani il desiderio di un teatro nuovo, progettato dagli architetti Francesco Consorti e del teramano Nicola Mezucelli i cui lavori durarono circa nove anni. Venne inaugurato nel 1881  con l’esecuzione dell’opera “Un ballo in maschera” di Giuseppe Verdi.

Da allora un crescendo di successi in ogni settore dell’arte teatrale.

Fra le tante bellezze della Città d’Arte di Atri esiste il suo meraviglioso Teatro: buon compleanno, sono 140, ma non li dimostri!

 

Torna alla Home Page

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

AbruzzoOggi.it 👉 Testata Registrata Trib. Chieti Decreto 27/21 15/01/2021 - Iscrizione ROC 12116/2021 10/03/2021
Direttore Responsabile: Marco Vittoria
QR Code
Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana