Giacomo Serafini e Alessio Ventura insieme per “Una Storia Dark” foto

Giacomo Serafini e Alessio Ventura in “Una Storia Dark”

Giacomo Serafini e Alessio Ventura in “Una Storia Dark”.

Una Storia Dark” mira a sostenere la campagna di sensibilizzazione per l’autismo.

Il progetto dell’Associazione ONLUS Cascina Blu di Marco Elviri e Luisa Di Biagio, patrocinato da AIDO intercomunale Corsico e Trezzano sul Naviglio, AIDO Provinciale Milano e Progetto Autismo, (responsabile Nicola Giannasso), nasce grazie ad un team importante di lavoro.

Giacomo Serafini e Alessio Ventura in “Una Storia Dark” – i dettagli

Alla voce e come autore del brano c’è Alessio Ventura (al Festival di Sanremo 1994, 1995, 1996, 2004 con i Dhamm e DB Boulevard) che ha curato anche gli arrangiamenti insieme a Romano Musumarra.

La regia del videoclip è ad opera della giornalista, fotografa e video maker Marta Coco insieme ad Alessio Ventura. Il testo della canzone è firmato da Daniele Giannotti.

Le maschere/opere artistiche che sono protagoniste del video sono di Patrizio, romano, classe 1978, per gli amici “Ozio” un artista, scultore, disegnatore, un rappresentante di emozioni, un dissenziente, un motivatore, un creatore di sogni.

Coordinatore artistico del progetto è il cantautore pescarese Giacomo Serafini con il quale abbiamo parlato del progetto.

La nostra intervista esclusiva a Giacomo Serafini

Come nasce il progetto e come ti sei avvicinato a Cascina Blu?

Il progetto nasce da una lunga chiacchierata con la mia amica di lungo corso, Luisa Di Biagio, poco prima di Natale. Luisa mi raccontava di alcuni progetti vicini a “Teste di Zucca”, un libro che raccoglie una serie di racconti horror scritti da Filippo Di Biagio, il figlio di Luisa, un ragazzo di 12 anni autistico, dislessico, disortografico e discalculico che attraverso la scrittura di questi brevi racconti horror ricostruisce a suo modo il mondo che lo circonda.

L’idea di Luisa era quella di rendere alcuni di questi racconti una canzone e un cortometraggio, in modo che potessero prendere vita anche dal punto di vista audio-visivo.

Ovviamente in questa fase pre-progettuale si è parlato tanto anche di Cascina Blu Onlus, l’associazione che Luisa gestisce insieme a Marco Elviri e delle loro splendide attività correlate (tra cui la Tenuta Vegezio che vi garantisco produce dei prodotti alimentari della tradizione popolare culinaria italiana fantastici!)

 

Alessio Ventura è la voce ed è autore del pezzo. A lui ti legano una lunga amicizia e collaborazione. Come è nata anche questa nuova collaborazione per “Una Storia Dark”?

Alessio è stato per tanti anni (27, praticamente dal suo esordio con i Dhamm nel 1994) un punto di riferimento musicale per me e anche molti altri cantanti e musicisti della mia generazione. Ho avuto la fortuna di conoscerlo di persona durante quegli anni e, dopo essermi trasferito a Roma, nel 2006, è nata una collaborazione continuativa (lui è stato autore delle due canzoni con cui ho partecipato a Sanremo Giovani Online 2009 e Sanremo Nuova Generazione 2010 oltre che del mio disco Racconti di Viaggio). Collaborare per “Una Storia Dark” è stato un processo automatico. Volevo mettere a disposizione di Luisa il meglio che potessi e mi sono rivolto a lui.

 

Questo è un progetto molto ampio a livello artistico: canzone, video, fumetti, maschere e tanto altro … Come avete messo insieme tutte queste facce dell’arte?

È stato un processo molto lungo. Le prime idee risalgono a dicembre, quindi quasi quattro mesi fa e lo sviluppo di tutta l’idea, di tutto il concept, è nato strada facendo, passo dopo passo.

Ovviamente per calarci a pieno nel mood dei libri li abbiamo dovuti leggere, assimilare ed entrare nella mondo d’immaginazione di Filippo. Da lì, una volta metabolizzato il tutto,  Alessio ha scritto la musica ed ha affidato il testo alla magistrale penna di Daniele Giannotti.
Il video è nato da quello che emozionalmente ci suggeriva la canzone stessa. Con Alessio da subito (a dire il vero anche durante le prime fasi di scrittura della canzone), abbiamo pensato a voler rappresentare in video un mondo “fumettistico”.

La logica conseguenza è stata quella di pensare che associare il volto di Alessio alla canzone avrebbe “distratto” lo spettatore dal messaggio principale. Da lì l’idea delle maschere (disegnate ad olio e polpastrello da un super talentoso artista di nome Patrizio Ozio) che, attraverso i colori e gli stati d’animo, trasmettono al meglio il messaggio che volevamo far arrivare. Dentro il video inoltre, diretto dall’occhio sopraffino di Marta Coco, ci sono molti messaggi “criptati”, riferimenti a film famosi horror e thriller, fumetti. Insomma, un bel melting pot artistico e culturale di cui andiamo molto fieri.

 

Ci anticipi qualcosa sul video della canzone che poi penso vedremo sul nostro sito?

Non sono un tipo da spoiler, odio chi mi anticipa cosa succede durante un film o una serie televisiva. Posso dirvi solo, preparatevi ad immergervi in un clima stile “Overlook Hotel”!

 

Quali sono le aspettative da questo brano e dove vuoi che arrivi?

Sono abbastanza “scaramantico” circa le mie aspettative sui progetti che mi vedono coinvolto. Dico solo che canzone e video veicolano un messaggio importante dal punto di vista sociale e culturale. Parliamo di autismo, integrazione e inclusione sociale con sensibilità e delicatezza.
Il tutto attraverso il meglio che potessimo esprimere a livello artistico. Incrocio le dita e guardo lontano.

Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

AbruzzoOggi.it 👉 Testata Registrata Trib. Chieti Decreto 27/21 15/01/2021 - Iscrizione ROC 12116/2021 10/03/2021
Direttore Responsabile: Marco Vittoria
QR Code
Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana