Sindaco Claudio D’Emilio racconta Palena ante Covid

Sindaco Claudio D’Emilio racconta Palena prima del Covid

Intervista esclusiva al Sindaco di Palena, Claudio D’Emilio, che ci racconta la situazione del Comune nel periodo precedente la diffusione del nuovo coronavirus Covid-19. Con molta cortesia ci ha rilasciato la seguente intervista; lo ringraziamo sentitamente e gli auguriamo buon lavoro.

Intervista esclusiva a Claudio D’Emilio che racconta il suo operato come Sindaco di Palena nel periodo precedente il Covid

Da che data è Sindaco di Palena?

Le votazioni per il Sindaco di Palena si sono svolte il 31.05.2015, la mattina del 1 Giugno alle ore 3,00 circa sono stato nominato Sindaco dal Maresciallo dei Carabinieri di Palena.

Come ha vissuto la vita amministrativa del Suo comune in questo periodo?

Faticosissima, ma bellissima… Grandi eventi e grandi soddisfazioni insieme alla mia splendida squadra  “Palena nel Cuore”. A tutt’oggi a pochi mesi della nuova competizione elettorale lavora come se fosse il primo giorno. Un grazie particolare va a tutti quelli che mi hanno permesso di rappresentare Palena in Italia e anche nel mondo.

  Quali sono state le Sue principali realizzazioni?

Diverse, tantissime ci vorrebbe troppo tempo, ne elenchiamo qualcuna. La nuova scuola, di cui è iniziato il cantiere da poco per un’importo complessivo di circa 4 milioni di euro, in assoluto è l’opera con il più alto costo mai finanziato. La sistemazione degli impianti sportivi, dove sono cinque anni che abbiamo l’onore di avere il Pescara Calcio in ritiro e tantissime altre squadre sia abruzzesi che di fuori regione. La sistemazione idrogeologica di alcune zone del paese, la sistemazione del corso Umberto I e di nuovi arredi urbani.

Ed ancora: la messa in opera a breve di un’ascensore al bellissimo Castello Ducale al fine di superare le barriere architettoniche oltre altri lavori di sistemazione interna; la sistemazione del campo di calcetto, la sistemazione di Via Crocetta Sant’Antonio, la sistemazione della strada della bellissima pineta di Palena, la sistemazione dell’area delle sorgenti del Fiume “Aventino”, la sistemazione di alcune fontane del paese e del rifacimento di tratti di asfalto; la sistemazione di un’area intorno all’Area faunistica dell’orso, la sistemazione del cimitero di Palena nella parte antica mediante il rifacimento della gradinata in pietra ed altre opere connesse, l’acquisto di un nuovissimo scuolabus da 32 posti, la sistemazione della ex piscina coperta per un’area da 600 metri quadri da destinare ad attività sportiva e con la funzione di centro di ricovero di persone in caso di evento sismico…

Claudio D’Emilio sui problemi attuali ed i progetti futuri per Palena

Quali progetti ha preparato?

Sicuramente il completamento della nuova scuola con ulteriori opere accessorie per migliorare l’area. Siamo in attesa dell’approvazione del nuovo piano del parco. Soprattuto per poter realizzare un’opera importante al bacino dell’Enel in località Capo di Fiume da destinare a pesca sportiva. Far ripartire la funivia di Palena in maniera definitiva. La realizzazione di una casa di relax per gli anziani. Dare in affidamento i locali di via Collesalardo rientrati nella piena proprietà comunale (ex Nottingham).

Quali sono i programmi futuri?

Le nuove priorità al momento e penso anche in futuro per i piccoli paesi sono i servizi ed in particolare la sanità.

Come primo cittadino di tutti i palenesi il mio primo compito è quello di adoperarmi in qualsiasi maniera affinchè il problema sanitario venga risolto una volta per tutto. Se non riusciamo a dare risposte in tal senso diventa sempre più difficile rimanere in questi bellissimi luoghi.

Che difficoltà si incontrano a vivere nel suo Comune?

La risposta si trova in quello che ho detto alla domanda precedente. Se infatti gli organi competenti non affrontano e risolvono il problema della emergenza / urgenza sarà veramente difficile riuscire a rimanere in questi luoghi.

Quali sono i principali problemi attuali?

I problemi in particolare sono il calo demografico dovuto soprattutto all’elevato  tasso di mortalità delle persone anziane ed alla mancanza di nuove nascite. Come Amministrazione diamo un cospicuo contributo a favore delle famiglie per i nuovi nati e lo abbiamo esteso ai tre anni successivi alla nascita. Purtroppo non basta, si ha bisogno di altre iniziative a favore della famiglia e del lavoro con il reperimento di risorse economiche che al momento il bilancio dell’ente non permettono.

Torna alla Home Page

2 thoughts on “Sindaco Claudio D’Emilio racconta Palena prima del Covid

  1. Precisa ed esaustiva esposizione della vita palenese e giusta visione di prossimi impegni e progetti. Ottimo Sindaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana