Pizzoferrato finanziati un milione di euro per la frana di Casale Luigiotti foto

Pizzoferrato: finanziati un milione di euro per la frana

Pizzoferrato: finanziati un milione di euro per la frana di Casale Luigiotti.

Il Comune di Pizzoferrato, con determina del Responsabile del Servizio Tecnico Antonio Peschi, ha infatti approvato il progetto esecutivo dei lavori di “Movimento franoso in località Casale Luigiotti” dell’importo complessivo di €. 1.000.000,00.

Pizzoferrato: finanziati un milione di euro per la frana di Casale Luigiotti – i dettagli

Il quadro economico e prevede la seguente  spesa:

€ 679.576,05 per lavori soggetti a ribasso d’asta, € 6.683,32 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso d’asta ed € 313.740,63 per somme a disposizione dell’Amministrazione.

Responsabile del Procedimento dell’opera pubblica di che trattasi è lo stesso Arch. Antonio Peschi.

La spesa relativa al suddetto  intervento, sarà finanziata  con le  risorse assegnate di cui al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27.02.2019 – Piano degli Investimenti II Annualità 2020.

Il progetto

Il progetto risulta perfettamente rispondente alle previsioni del Piano Regolatore  vigente nel Comune di Pizzoferrato, rispettandone tutte le previsioni e prescrizioni urbanistiche vigenti.

La determina segue la delibera di Giunta Comunale, presieduta dal Sindaco Palmerino Fagnilli, con la quale l’Amministrazione ha impartito le linee di indirizzo tecnico-politiche.

Infatti fin dal 08/05/2020 il Comune di Pizzoferrato ha sottoscritto un’apposita convenzione con  il Presidente della Regione Abruzzo – Commissario Delegato OCDPC 441/2017 relativamente al Piano degli Investimenti sopracitati.

Il finanziamento

Il finanziamento risulta essere necessario al fine della riduzione del rischio derivante dal fenomeno franoso e del grave dissesto idrogeologico in atto.

Si tratta anche di ripristinare le condizioni di sicurezza  di tutto l’abitato in Casale Luigiotti , per la tutela della pubblica e privata incolumità.

Le  opere dichiarate urgenti ed indifferibili seguono tutte le disposizioni conseguenti in merito, al fine di velocizzarne al massimo l’attuazione.

La determina del 20/12/2019

Con altra determina in data 20/12/2019 lo stesso Responsabile Unico del Procedimento Antonio Peschi ha affidato l’incarico Professionale della relazione geologica, geotecnica, idrologica e indagini geognostiche, propedeutica ed indispensabile per la redazione del progetto.

Il Geologo  Domenico Pellicciotta con studio tecnico in Perano ha redatto tutti i necessari elaborati sopra citati, assolvendo, così a quanto gli era stato assegnato.

Lo stesso geologo avrà anche l’incombenza di progettazione definitiva/esecutiva, e coordinamento della sicurezza in fase di progettazione dei lavori di che trattasi.

Le opere

Le opere sono state inserite nel programma triennale 2020/2022 e relativo elenco annuale con regolare delibera del Consiglio Comunale di Pizzoferrato.

Il progetto risulta completo anche del cronoprogramma ed ogni elemento tecnico risulta definito ed identificato in forma, tipologia, qualità dimensione,  prezzo e piano di manutenzione delle opere.

E’ appena il caso di sottolineare che la progettazione esecutiva degli interventi da realizzare scaturisce dagli studi e delle indagini compiuti nelle fasi precedenti.

Alle quali hanno fatto seguito   ulteriori studi ed indagini, di dettaglio o di verifica delle ipotesi progettuali.

Naturalmente sulla base anche  di rilievi plano altimetrici, di misurazioni e picchettazioni, di rilievi della rete dei servizi del sottosuolo.

Si risolve così un antico problema della zona Casale Luigiotti di Pizzoferrato.

Caratteristica urbanistica di Pizzoferrato e del vicino Comune di Gamberale 

Pizzoferrato ed anche il vicino Comune di Gamberale hanno una propria connotazione urbanistica caratterizzata proprio da cosiddetti casali, che sono piccoli agglomerati urbani sparsi nel territorio che  prendevano il nome del gruppo famigliare che vi abitatava.

Essi erano collegati al nucleo centrale storico a cui facevano riferimento per ogni attività.

Tipica era la partecipazione alla vita cittadina ed alle funzioni religiose festive, in cui gli abitanti dei casali vestiti a festa si recavano nei centri storici.

 



Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana