Popoli emessa ordinanza per catturare un cervo foto

Popoli: emessa ordinanza per catturare un cervo

Popoli: emessa ordinanza per catturare un cervo.

Il Sindaco di Popoli, con propria ordinanza n. 35 del 14/09/2022 ha prescritto la cattura dell’esemplare “cervus elapus”  (cervo) che si aggira nella zona PEEP.

L’animale, giovane, ma di “bella stazza” vaga in maniera sicura trascurando anche la presenza degli uomini.

Popoli: emessa un’ordinanza per catturare un cervo che vaga sicuro nel paese

Il Sindaco ha emesso l’ordinanza avvalendosi delle seguenti leggi:

  • Articolo 1 del testo Unico di Pubblica Sicurezza del Decreto Regio 18/06/1931;
  • Legge 11/02/1992 n. 157 ed in particolare dell’art. 19 che disciplina il controllo delle fauna selvatica.

Nel documento ordina altresì che la cattura avvenga in sinergia con Polizia Municipale, i Carabinieri Forestali, con l’ausilio del Servizio Veterinario della ASL che provvederà a narcotizzare l’animale.

Il locale Centro per il  recupero degli animali selvatici in località Impianezza, gestito dal reparto Biodiversità dei Carabinieri Forestali, ospiterà il cervo da catturare.

La fauna protetta del Parco Nazionale della Maiella

Gli animali selvatici (in particolare, cervi, camosci, caprioli, orsi ecc.) costituiscono fauna protetta e spesso si aggirano nei diversi centri abitati del Parco Nazionale della Maiella alla ricerca di cibo.

Come noto il ripopolamento del territorio montano della Maiella e del Morrone con esemplari di cervo risale a circa trenta anni fa.

L’animale ha trovato un habitat ideale, tanto che oggi la sua presenza ha superato gli ottocento esemplari, alcuni conservati anche in apposite riserve naturali.

Quella di Gamberale, posta a 1500 metri s.l.m., sicuramente è la più celebre.

L’area faunistica comprende i Comuni di Ateleta e Gamberale, in località Laghetto S. Antonio in una superficie di circa 10 ettari ospita 16 esemplari.

Essa costituisce meta di scolaresche e turisti che vanno per ascoltare i bramiti dei cervi in amore ed ammirarne la loro maestosità.

Il cervo

Una curiosità particolare desta il pelo del cervo, impiegato dagli sportivi pescatori, nella realizzazione di mosche artificiali, come dry flies, per l’attività di pesca sportiva.

Il cervo è un erbivoro ruminante, che pascola nutrendosi sia di erba che di grandi quantità di foglie verdi dei cespugli e delle giovani piante spontanee, specie delle latifoglie.

Non disdegna anche funghi, castagne, mirtilli ed i frutti del sottobosco.

I maschi si riconoscono per il famoso “trofeo” sulla testa che portano da giugno a gennaio, ma anche quando lo perdono hanno caratteristiche somatiche diverse dalle femmine.

Un animale bello, maestoso e, se non disturbato, anche innocuo e prezioso.

 

La foto nell’articolo è puramente indicativa.

Consulta il nostro Calendario Eventi

Segui la pagina Facebook AbruzzoOggi

Torna alla Homepage AbruzzoOggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CAPTCHA


AbruzzoOggi.it 👉 Testata Registrata Trib. Chieti Decreto 27/21 15/01/2021 - Iscrizione ROC 12116/2021 10/03/2021
Direttore Responsabile: Marco Vittoria
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana
Call Now Button