DPCM – emergenza covid-19 – l’opinione del Geometra Enzo Ingani foto

Enzo Ingani critica le misure anti covid-19

Enzo Ingani critica le misure anti covid-19.

Abbiamo ricevuto dal Geometra Enzo Ingani e pubblichiamo quanto segue.

Il Geometra Enzo Ingani critica le misure anti covid-19 nei vari DPCM nei confronti dei piccoli paesi

“I piccoli paesi penalizzati dal DPCM – emergenza covid-19”.

Ebbene sì… anche i vari  DPCM emanati in materia di emergenza covid-19 ( tanto per cambiare) penalizzano i piccoli comuni montani e non. E’ ormai “vezzo” consolidato dei nostri governanti,  conformare le normative sul modello della “città metropolitana” e non considerare le più e ben diverse realtà comunali dell’italica penisola.

In un comune (ad esempio dell’entroterra abruzzese) inferiore ai 1.000 abitanti,  montano ma anche no, vietare l’escursionismo singolo o l’attività motoria in generale, all’interno del territorio comunale è,  dal punto di vista della diffusione della pandemia, inutilmente vessatorio  se non controproducente.  Sia chiaro, chi scrive non è un virologo né un epidemiologo e simili, tantomeno medico però, mi spieghino “gli esperti professoroni” chi contamino se uscendo di casa vado da solo su un sentiero di montagna di modesta difficoltà, non incontrando nessuno per chilometri. Ho sentito in più di una intervista televisiva, rilasciata dai sopra nominati “professoroni”  rispondere:  (cito testualmente) “ …poi fanno assembramento” . Oppure “… se poi si fanno male intasano i pronto soccorso ospedalieri”. 

Argomenti, a mio giudizio,  quanto meno pretestuosi:  E’ statisticamente accertato (fonte ISTAT) che gli incidenti casalinghi sono ben più numerosi di quelli in montagna. Non vedo poi con chi possa fare assembramento, ad esempio, sul “Porrara”… C’è poi da dire che l’attività fisica all’ aperto (come ci hanno da sempre ripetuto gli stessi autorevoli professoroni) migliora il sistema immunitario, la condizione fisica in generale e  l’umore.

E’ evidente che tali norme calate su realtà metropolitane, mal si adattano alle piccole comunità le quali, in altre occasioni (tipo le elezioni) vengono e qualche volta anche a  sproposito “tirate in ballo” insieme ai loro, ormai sparuti abitanti, come “… realtà da salvare in quanto presidio del territorio” ed amenità simili.

Un saluto.

Vincenzo INGANI

Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana