La Regione Abruzzo aderisce alla Giornata mondiale della sicurezza dei pazienti foto

Regione Abruzzo e Giornata mondiale sicurezza pazienti

La Regione Abruzzo aderisce alla Giornata mondiale della sicurezza dei pazienti.

Tramite il proprio Assessorato Regionale alla Sanità, la Regione Abruzzo ha infatti aderito alla Giornata mondiale della sicurezza dei pazienti (World Patient Safety Day) proclamata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per il 17 settembre p.v..

La Regione Abruzzo aderisce alla Giornata mondiale della sicurezza dei pazienti – i dettagli

Monumenti, simboli delle diverse città abruzzesi, palazzi istituzionali, saranno illuminati con luce arancione. Ciò al fine di promuovere e trarre l’attenzione sui rischi sanitari in ogni relativo settore della sanità.

Le esperienze acquisite dal personale sanitario, dai pazienti e dai cittadini, ampiamente diffuse  da tutti i mass media, durante la lotta (ancora in corso) contro il coronavirus sono ormai patrimonio comune della cultura sanitaria e spetta a ognuno di  noi collaborare per mantenere il più sicuro possibile tutti i luoghi di cura.

Non bisogna infatti solo contestare, occorre anche una collaborazione attiva, propositiva e fattiva che contribuisca ad accrescere il patrimonio culturale in materia di prevenzione sanitaria.

La sicurezza sanitaria

Un campo molto difficile quelle della sicurezza sanitaria, ma la grande capacità e la dedizione dimostrata da tutto il personale operante nel settore della sanità, sono riusciti a ridurre i rischi di contagio dal coronavirus.

Il cittadino ha, come dovere civile primario, di collaborare con loro, attraverso segnalazioni propositive e  collaborative: la contestazione non serve.

La giornata mondiale per la sicurezza delle cure e dei pazienti può essere l’occasione buona per partecipare ai numerosi convegni ed alle tante riunioni indette dai diversi organismi sanitari proprio per discutere di sicurezza per il paziente e per gli operatori sanitari.

Lo sforzo profuso da tutti gli uomini politici e da tutto il personale sanitario in questo triste periodo

Non dobbiamo mai dimenticare lo sforzo profuso da tutti gli uomini politici e da tutto il personale sanitario in questo triste periodo. Ciascuno infatti nel proprio ruolo ha recitato la propria parte.

Un grande scrittore William Somerset Maugham, nel suo romanzo “La luna e tre soldi”, diceva: “Il mondo è come un grande palcoscenico, dove ogni uomo recita la propria parte”.

Infatti ognuno di noi in quttas fase ha recitato la propria parte, ma i protagonisti veri sono stati gli operatori del settore della Sanità!

Non dimentichiamolo, mai!

Il 17 settembre p.v.

Il 17 settembre p.v. il palcoscenico della sanità si illuminerà di arancione ed anche il nostro Abruzzo vi parteciperà compatto.

Vivo plauso, perciò va dato all’Assessorato alla  Sanità per aver accolto l’iniziativa col giusto entusiasmo e determinatezza.

La sicurezza degli operatori e dei pazienti vivono in simbiosi. Il settore della sanità è immenso nelle sue specializzazioni. Tanti saranno perciò i dibattiti e le riunioni che si svolgeranno fra i diversi specialisti in ogni parte del mondo.

Il 17 settembre 2020 sarà un giorno che ci vedrà tutti coinvolti in una grande campagna di mobilitazione dei pazienti, dei loro congiunti, dei politici, delle università, dei ricercatori, degli operatori sanitari e di tutti quelli che opera nel settore sanitario, fino ad arrivare ai più umili: un elenco che è troppo lungo da citare.

L’Italia, l’Europa e tutte le Nazioni del Mondo hanno aderito all’iniziativa. Anche la caratteristica fontana del lago di Ginevra sarà illuminata di arancione.

 

Foto tratta da screenshot da video dalla pagina facebook della Regione Abruzzo

Edit: redazione Abruzzo Oggi

Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana