Tre anni dalla tragedia di Rigopiano foto

Tre anni dalla tragedia di Rigopiano

Tre anni dalla tragedia di Rigopiano nel Comune di Farindola (Pe).

18 gennaio 2017 – 18 gennaio 2020: sono trascorsi tre anni dalla tragedia di Rigopiano e da allora  i famigliari delle vittime attendono ancora che si faccia giustizia e si stabilisca i colpevoli e la dinamica dei fatti.

Tre anni dalla tragedia di Rigopiano

Una enorme valanga quel giorno travolse e ridusse ad un ammasso di macerie l’albergo in località Rigopiano di Farindola.

Di quell’inverno si ricorda una temperatura rigida e un manto di neve che in molti punti superava i due metri ricoprì la zona.

L’inesorabile e inarrestabile forza della natura ha travolto tutto quanto trovava davanti a sé. La valanga inarrestabile di neve, mista ad alberi sradicati e portati inesorabilmente a valle, migliaia di metri cubi di materiale, un peso ed una massa enorme che si ingigantiva sempre di più non trovava alcun ostacolo. Le strutture di cemento armato dell’Hotel Rigopiano non hanno retto. Pur opponendosi, non hanno resistito alla enorme forza della natura che si impossessava  del  territorio.

Tragedia di Rigopiano: di chi la colpa?

Di chi la colpa? Fu un evento naturale? Era prevedibile?  Sono state osservate tutte le leggi in fase di costruzione dello stabile? Erano state osservate le leggi sulla  previsione delle valanghe? Poteva essere evacuato prima dell’evento l’albergo? Questi e tanti altri  gli interrogativi per il triste evento ai quali sicuramente si darà una risposta esaustiva, acclarandone le responsabilità.

Certo è che fu un evento eccezionale che investì l’intera zona. I metri di neve e le cattive condizioni meteorologiche impedirono un pronto soccorso e lasciarono isolate anche intere contrade e famiglie.

I nomi delle 29 vittime dell’Hotel Rigopiano

Questi i nomi delle 29 vittime (in rigoroso ordine alfabetico):

Nadia Acconciamessa, Sara Angelozzi, Silvana Angelucci, Claudio Baldini, Luana Biferi, Emanuele Bonifazi, Luciano Caporale, Valentina Cicioni, Marinella Colangeli, Gabriele D’Angelo, Roberto Del Rosso, Ilaria Di Biase, Sebastiano Di Carlo, Domenico Di Michelangelo, Piero Di Pietro, Dame Faye, Stefano Feniello, Alessandro Giancaterino, Bianca Iudicone, Cecilia Martella, Rosa Barbara Nobilio, Alessandro Riccetti, Linda Salsetta, Marina Serraiocco, Marco Tanda, Jessica Tinari, Foresta Tobia, Paola Tomassini,   Marco Vagnarelli.

L’amara realtà

La realtà fu molto amara: la valanga, stimata in oltre 125.000  tonnellate di peso, spazzò via tutto, anche per la sua enorme velocità (circa 100 chilometri all’ora, che diminuì molto lentamente verso valle), mietendo 29 vittime ospiti dell’Hotel Rigopiano.

Resta solo il ricordo amaro delle vittime della tragedia e la gioia delle persone che riuscirono ad estrarre alcune persone da quanto restava del resort turistico.

A distanza di tre anni tutti si augurano che chi di dovere possa acclarare e stabilire di chi furono le responsabilità.

 

Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana