17 giugno 2020 notizie in breve foto

17 giugno 2020 notizie in breve dall’Abruzzo

17 giugno 2020 notizie in breve dall’Abruzzo: Civita D’Antino, Castelli, Stefano Mancinelli, San Giovanni Teatino, sindacati, Confesercenti Provinciale Pescara, Pollutri, Gagliano Aterno, Ortona. Inoltre: Arsita, Pescara, Chieti, scomparsa madre assessore Vittorio Fabrizi, Navelli, Gianguido D’Alberto, Sulmona, Silvio Paolucci. Infine:  Antonio Blasioli, Giuliano Montaldi, Emanuele Imprudente, Guido Liris e Roberto Santangelo, Stefania Pezzopane.  

17 giugno 2020 tutte le notizie in breve dall’Abruzzo

Civita D’Antino

In attuazione del programma di sanificazione ambientale del territorio comunale, si informa la cittadinanza che una ditta autorizzata effettuerà dalle ore 01:00 A.M. di giovedì 18 giugno 2020 e sino al termine delle operazioni, un intervento di disinfestazione/demuscazione su tutto il territorio comunale.

S’informa altresì che, in caso di avverse condizioni atmosferiche (pioggia, vento), l’intervento verrà rinviato ad altra data.

Si invita la cittadinanza a:

  • Tenere chiuse porte e finestre;
  • Non lasciare su terrazzi e balconi panni stesi o alimenti;
  • Non sostare in ambienti esterni durante l’intervento e non lasciare animali domestici in aree prossime alla strada;
  • Parcheggiare le autovettura o altri mezzi in modo da non ostacolare le operazioni di disinfestazione;
  • Eseguire un accurato lavaggio degli ortaggi dopo la disinfestazione.

Per eventuali chiarimenti e comunicazioni, contattare l’Ufficio di Polizia Locale.

Castelli

Il Comune di Castelli ha avviato, per l’anno 2020, il servizio di Uso Civico di legnatico per i cittadini aventi diritto.

Il servizio consiste nella consegna a domicilio di un quantitativo di legname di faggio (variabile tra i 50 ql ed i 100 ql) della lunghezza di circa 100 – 120 cm, per ciascun nucleo familiare, naturale residente, avente diritto.

Il costo per lo svolgimento del servizio in oggetto è fissato in 7,00 €/q.le di legna consegnata a domicilio; un costo aggiuntivo potrà essere richiesto e concordato con la ditta incaricata per l’eventuale ulteriore depezzamento (ad esempio per utilizzo in stufa).

Chi può richiedere il servizio

Tutte le famiglie aventi residenza anagrafica nel Comune di Castelli possono richiedere l’assegnazione del quantitativo di legna necessario per l’esclusivo fabbisogno della famiglia. Questa dovrà presentare specifica richiesta, accompagnata dal versamento dell’importo dovuto. Gli appositi modelli sono disponibili in Municipio e sul sito istituzionale e si devono consegnare in comune entro l’11 luglio 2020.

Il periodo di consegna è presumibilmente previsto nell’estate 2020 (agosto – ottobre) e le richieste saranno evase rispettando l’ordine temporale di presentazione della domanda.

Stefano Mancinelli

Stefano Mancinelli, il forte cestista della Fortitudo Bologna, si è sposato ieri. I nostri migliori auguri a un grande campione, orgoglio dello sport abruzzese. 

San Giovanni Teatino

Riaprono domani i parchi pubblici a San Giovanni Teatino, in sinergia con la Protezione Civile. Quest’ultima per una settimana, dalle ore 16 alle ore 20 sarà presente al Parco dei 120 Alberi e al Parco Baden Powell. Lo scopo è naturalmente sensibilizzare la cittadinanza sul rispetto delle normative anti Covid-19 e delle misure contenute nel Dpcm dell’11 giugno.

La sanificazione

Ogni mattina i parchi saranno sanificati, sempre da personale iscritto alla Protezione Civile. Le aree verdi saranno dotate di apposita cartellonistica sui comportamenti corretti da tenere. Ovviamente in linea con le raccomandazioni del Ministero della Salute e delle Autorità competenti.

Nel Parco del Bocciodromo, data la sua vastità, per il momento i giochi per bambini resteranno invece ancora transennati. Libertà d’ingresso però a visitatori e famiglie per le loro passeggiate.

San Giovanni Teatino (2)

La VDS Automazioni S.r.l., azienda appartenente a una famiglia storica di San Giovanni Teatino, donerà al Comune un innovativo tornello automatico. Ciò ai fini di controllare gli accessi a Palazzo di Città tramite rilevamento della temperatura e l’utilizzo o meno della mascherina attraverso il riconoscimento facciale. Il Sindaco di San Giovanni Teatino, Luciano Marinucci, ha ricevuto nella Casa Comunale Giuseppe Diodato, titolare, assieme alla sorella Anna, della VDS Automazioni S.r.l. La ditta, nata a San Giovanni Teatino nel 1985 è oggi una vera e propria eccellenza del territorio. La famiglia Diodato, sangiovannese doc, in piena emergenza Covid-19 ha progettato e realizzato il tornello automatico RIKI-20. Quest’ultimo consente di regolamentare gli ingressi ovunque si renda necessario un controllo del transito pedonale, rilevando la temperatura alta, superiore ai 37 gradi, e l’uso della mascherina. L’azienda donerà al Comune uno dei nuovi tornelli automatici, come segno tangibile di solidarietà e di lotta alla diffusione del contagio da Covid-19.

Le parole del Sindaco Luciano Marinucci 

Sono venuto a conoscenza di questo dispositivo tramite un servizio del TG3 – spiega il Sindaco Luciano Marinuccie mi sono sentito orgoglioso nel sapere che un sistema così innovativo sia stato sviluppato da una ditta storica del mio territorio, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo. Giuseppe Diodato e la sua famiglia sono l’esempio di come l’economia possa ripartire anche e soprattutto grazie alle idee. Ringrazio questa azienda, a nome di tutta l’Amministrazione Comunale, per il grande gesto di solidarietà di cui si è resa protagonista, e che farà del nostro Comune una struttura d’avanguardia in un momento così difficile”.

Le parole di Giuseppe Diodato

Il nuovo tornello automatico è nato da una richiesta di un cliente – spiega Giuseppe Diodatoe fra la progettazione, la realizzazione del prototipo e la produzione sono passati appena dieci giorni. Siamo partiti da zero. Grazie a un lavoro di squadra, siamo riusciti a mettere a punto un sistema in grado di gestire i grandi flussi rilevando la temperatura corporea e l’utilizzo della mascherina. Ora siamo lieti di donare uno dei nostri tornelli al Comune di San Giovanni Teatino. Contribuiremo così al contenimento del contagio e alla gestione dei flussi di persone”.

Cgil, Cisl e Uil

Cgil, Cisl e Uil hanno espresso il proprio dissenso per l’atteggiamento ostile da parte della Giunta Marsilio.

Maggiori dettagli a questo indirizzo.

Confesercenti Provinciale Pescara

Confesercenti Provinciale Pescara organizza un corso per Agente e Rappresentante di Commercio in partenza il 30 Giugno. Maggiori dettagli a questo indirizzo.

Pollutri

In merito ai Centri Estivi organizzati nel Comune di Pollutri, oltre al bonus INPS per i servizi di baby-sitting, le famiglie riceveranno un sostegno economico previsto dall’articolo 105 del D.L. n. 34 “Decreto Rilancio”. Questo assegna risorse economiche ai Comuni con finalità di sostegno alle famiglie, per la partecipazione ad iniziative educative e ludico-ricreative dei Centri Estivi.

Gagliano Aterno

Causa manutenzione e trattamento del manto erboso l’area giochi per bambini rimarrà chiusa dalle 16:00 del 17/06/20 alle 8:00 del 19/06/2020.

Ortona

Il sindaco Leo Castiglione sollecita la riapertura della succursale postale di via Cascella

L’amministrazione comunale ha provveduto ad inviare alla direzione delle Poste Italiane una richiesta per la riapertura della succursale cittadina dell’ufficio postale di via Cascella. Infatti la succursale dopo la chiusura dovuta all’emergenza sanitaria covid, non è stata ancora riaperta.

Le dichiarazioni del Sindaco Leo Castiglione

«La riapertura dell’ufficio di via Cascella – specifica il Sindaco Leo Castiglioneè di estrema utilità per l’utenza del centro urbano. Attualmente può infatti solo utilizzare gli uffici della sede centrale, con notevoli problemi per l’utenza stessa e gravi ripercussione sulla mobilità urbana e il traffico cittadino con un eccessivo concentramento di persone e auto nei pressi di corso Matteotti».

Arsita

Dalla pagina facebook dell’Amministrazione Comunale di Arsita riportiamo quanto segue. “Questa mattina, il responsabile di TUA (per la provincia di Teramo) si è recato ad Arsita per valutare un percorso alternativo per i pullman da e verso Teramo. Da parte sua c’è massima collaborazione, ma solo domani, in seguito ad un successivo sopralluogo che ci sarà da parte di TUA Abruzzo, si deciderà se sarà possibile utilizzare un pullman più piccolo e sfruttare un percorso alternativo che sarebbe quello attraverso c.da Piane e Chioviano Alto. Purtroppo per la giornata di domani è certa l’assenza del servizio di trasporto pubblico, che, ci auspichiamo, potrebbe tornare regolare dalla giornata di giovedì. (Per chi ha necessità domani deve recarsi a Bisenti per usufruire dei mezzi TUA). Vi terremo in ogni caso aggiornati. Ci scusiamo ancora per il disagio”.

Pescara

Il mare di Pescara, sui nove chilometri complessivi di costa, torna tutto balneabile. Lo ha comunicato con grande soddisfazione il sindaco di Pescara Carlo Masci nel corso di una conferenza stampa del pomeriggio cui hanno partecipato anche il presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri e l’assessore comunale al Mare, Nicoletta Di Nisio.

Pescara (2)

Completato il recupero della sede stradale – primo tratto di Via Venezia, a costo zero per l’amministrazione. Le ditte saranno chiamate a ripristinare la situazione quo ante, nel caso in cui non sia stato ripristinato lo status precedente a lavori già eseguiti.

Chieti

Il Bilancio di esercizio della  Asl Lanciano-Vasto-Chieti, esaminato questa mattina nel corso della riunione del Comitato ristretto dei Sindaci, ha evidenziato tutti i limiti della programmazione del 2018 messa in campo dal centro sinistra. E’, inoltre, emersa la necessità di investimenti sul territorio”. E’ quanto afferma il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, che questa mattina ha presieduto, su piattaforma on line, la riunione del Comitato Ristretto dei Sindaci della Asl 02 convocato per analizzare il Bilancio d’esercizio della Azienda Sanitaria chiuso al 31 dicembre 2019 ed illustrato dal Direttore Generale dell’azienda sanitaria, Thomas Schael.

Scomparsa madre assessore Vittorio Fabrizi, le condoglianze del sindaco Biondi

A nome della municipalità e a titolo personale esprimo sentite condoglianze all’assessore comunale Vittorio Fabrizi per la scomparsa della cara madre Anna. La morte non ha alcun potere sull’amore, specialmente quello per una mamma. Giungano all’amico Vittorio e ai suoi famigliari sentimenti di profonda vicinanza in un momento così doloroso”.

Navelli, al via la prima domenica nel borgo.

Alla scoperta dei gioielli architettonici, religiosi e storici di Navelli. Questo il senso della “Domenica nel borgo” che prenderà il via domenica prossima a partire dalle 10:00 nel centro del capoluogo dell’omonima piana. “L’iniziativa realizzata in collaborazione con l’amministrazione comunale, la Pro-Loco, l’associazione borghi più belli d’Italia e il consorzio per la tutela dello zafferano aquilano”, ha detto il sindaco di Navelli, Paolo Federico, “vuole offrire subito l’opportunità di sperimentare una nuova forma di turismo di prossimità e contribuire alla rinascita post emergenza covid-19. Per questo invitiamo tutti gli interessati a passare delle ore nel nostro borgo per ammirarne le bellezze, degustane le prelibatezze culinarie e farsi coinvolgere dalle suggestioni storiche, religiose e culturali”.

Cosa visitare…

In particolare, dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00, di domenica 21 a Navelli saranno aperte la chiesa Madonna del Rosario, Palazzo de Roccis, la chiesa San Sebastiano, la chiesa di Santa Maria in Cerulis e il cortile Palazzo Santucci, mentre nella vicina frazione di Civitaretenga, sarà possibile ammirare la chiesa e il convento di Sant’Antonio, quella di Sant’Egidio e della Madonna delle Grazie. Alcune di queste strutture sono state interessate dai lavori di adeguamento e ricostruzione post sima. Un motivo in più per visitarle. 

Le attività aperte

Inoltre, per facilitare la presenza dei turisti saranno aperte le seguenti attività come il bar Sotto il Castagno, il ristorante bar Crocus, l’antica taverna, la cooperativa Altopiano di Navelli (Zafferano dell’Aquila DOP) e l’azienda Agricola Papaoli Alfonso (Ceci di Navelli presidio Slow Food). L’iniziativa vuole essere un primo segnale concreto per sviluppare il turismo di prossimità e nasce proprio per contribuire al rilancio delle attività economiche del territorio, messe a dura prova dall’emergenza covid-19, offrendo la possibilità di scoprire veri e propri gioielli storici e architettonici vicini e a volte poco conosciuti. 

Gianguido D’Alberto

Così il sindaco di Teramo ha voluto salutare i maturandi: “Sono arrivati gli esami di maturità anche per molti di voi, cari studenti teramani. Voglio salutarvi con affetto e farvi gli auguri per il più brillante risultato. Mi piace ricordarvi che vi apprestate a vivere uno dei momenti più indimenticabili, forse l’esame più importante della vita, un passaggio sostanziale che indica già nella definizione, appunto ‘maturità’, l’esito verso cui siete proiettati. La prova che conclude il corso di studi è la figurazione del merito, dell’impegno, dell’ applicazione: date ad essa il giusto valore. Sono d’accordo con il Ministero che ha voluto far svolgere l’esame ‘in presenza’ anche in un periodo così difficile, perché ritengo sia giusto manifestare in questo modo l’importanza di un appuntamento tanto centrale”. 

Gli auguri

“Auspico che si apra per voi una nuova stagione di felicità, sia che proseguiate negli studi sia che decidiate di entrare nel mondo del lavoro. Dopo l’esame sarete responsabili non solo di voi stessi, ma anche della comunità in cui vivete. Siete chiamati alla responsabilità. Noi saremo orgogliosi dei nuovi ‘maturi’ cittadini, voi siate fieri di essere diventati ciò per cui vi siete impegnati da anni. Questa epoca in fondo vi ha già esposto ad una straordinaria, inattesa, prova di maturità: non dimenticatelo mai. E così come questo tempo ci ha insegnato, costruite il vostro destino nel rispetto di voi stessi e di chi vi circonda. Sempre.”. 

Sulmona

Le difficoltà in cui versa da anni l’istituto penitenziario di Sulmona sono state al centro di un incontro a palazzo San Francesco tenuto ieri. Presenti il sindaco Annamaria Casini insieme all’assessore Luigi Di Cesare, con i sindacati, i quali hanno presentato le difficoltà legate alla grave carenza di organico.  

Le dichiarazioni del Sindaco Annamaria Casini

Il carcere di via Lamaccio rappresenta un presidio importante di livello nazionale. Una realtà occupazionale che impiega tantissime persone del territorio, dando da vivere a molte famiglie, che va, dunque, tutelato con forza. Sono per questo vicina alle problematiche ed esprimo tutta la mia solidarietà e vicinanza al personale e al direttore, quotidianamente alle prese con un servizio molto difficile” afferma il sindaco “L’ ampliamento del carcere, con il nuovo padiglione in fase di completamento, è un ulteriore tassello che darà maggiore importanza al nostro Istituto, e, dunque, ora più che mai l’adeguamento della forza lavoro è un atto necessario al fine di garantire maggiore sicurezza per il personale, ma anche per tutto il territorio”.

L’impegno nei confronti del sindacati

“Ho preso l’impegno nei confronti del sindacati presenti ieri Oreste Leombruni, Giuseppe Mazzagatta, Francesco Tedeschi, Mauro Nardella di promuovere presso il Ministero la vicenda; faccio appello a tutti i sindaci e alle forze politiche del territorio di sostenere il nostro Istituto Penitenziario unitamente alla salvaguardia del Tribunale, per la quale stiamo lottando da anni, principale ed irrinunciabile presidio di legalità. Proprio in presenza di un carcere di alta sicurezza, come il nostro il Tribunale, deve mantenere pienamente la sua funzionalità. Gli uffici di prossimità, voluti da questa Giunta regionale,  non possono essere assolutamente alternativi al Tribunale di Sulmona, che deve mantenere attive la funzionalità della Procura e degli altri presidi di giustizia a tutela di tutto il territorio” conclude il sindaco “così come va previsto un potenziamento complessivamente delle Forze dell’ordine per garantire in modo adeguato la pubblica sicurezza“.

Silvio Paolucci

Silvio Paolucci su ospedale di Teramo: “Marsilio ci mette mesi per firmare convenzione e si vanta pure di aver sbloccato risorse conquistate da tempo dal centrosinistra. Se non fosse accaduto sul serio sarebbe incredibile!”

Senza il lavoro della Giunta regionale e dei governi di centrosinistra, i fondi per intervenire sull’ospedale di Teramo non ci sarebbero mai stati: ci sono le nostre firme sugli atti che il centrodestra spaccia per propri, come se gli 80 milioni fossero merito di Marsilio”, così il capogruppo PD in Consiglio Regionale Silvio Paolucci.

Noi abbiamo lavorato perché la sanità teramana avesse oltre 80 milioni di fondi nazionali…

Le dichiarazioni rilasciate a fronte della firma della convenzione sono veramente imbarazzanti – sottolinea l’ex assessore alla Sanità – Noi abbiamo lavorato perché la sanità teramana avesse oltre 80 milioni di fondi nazionali per assicurare il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese, altro che lavoro del centrodestra, che in nemmeno due anni di governo in Abruzzo è stato invece capace di procurare alla sanità un buco di 67 milioni di euro, riportandola almeno 10 anni indietro, tanto da doversi temere l’aumento delle tasse. Siamo in attesa, dopo mesi e mesi, di sapere quale risorse ha davvero conquistato il centrodestra con l’assenza di qualsiasi programmazione. I fondi prevedevano 12,5 milioni di euro per riqualificare il nosocomio di Penne e 81.590.000 per realizzare l’ospedale di Teramo. Queste le basi.

Se i soldi ci sono è perché…

“Se i soldi ci sono è perché chi ha preceduto questo governo regionale, ha lavorato. E bene. Anche se troppi mesi sono occorsi per firmare la convenzione da parte della Giunta Lenta visto che la registrazione è avvenuta presso la Corte dei Conti in data 18 settembre con n 3017. Giunta sempre più veloce però ad aumentare stipendi a manager, direttori e dirigenti, anche in tempi di pandemia. Speriamo a questo punto che li utilizzino subito. E che facciano un qualche atto di programmazione per attrarre nuove risorse”.

Antonio Blasioli

Commissione d’inchiesta su Bussi in sopralluogo a Piano d’Orta.  Blasioli: “Conferenza di servizi e riperimetrazione del Sin, queste le scadenze immediate per Ministero e Regione, continuiamo il lavoro di consapevolezza perché sia da stimolo alla bonifica”

Sono ripresi stamane con un sopralluogo nel sito della ex Montecatini di Piano D’Orta i lavori della Commissione d’inchiesta regionale sul Sin di Bussi, presieduta dal consigliere Antonio Blasioli.

Seduta speciale

Seduta speciale a cui hanno preso parte, oltre ai commissari, anche il presidente del Consiglio Regionale, il neo direttore e i tecnici dell’Arta, il Sindaco di Bolognano, il Servizio gestione rifiuti della Regione Abruzzo, il presidente della Provincia di Pescara, il Comandante della Polizia Provinciale e i rappresentanti della proprietà delle aree.

Le parole di Antonio Blasioli

E’ simbolico iniziare da quest’altro sito industriale che è parte del Sin – così il presidente Blasioli – con la speranza che la presa di coscienza dei commissari della situazione ancora irrisolta e delle attese che nutre, giustamente, la cittadinanza, possa avere una funzione propulsiva, visto che il nostro organismo non ha poteri di intervento diretto. Parliamo di un territorio con vocazione agro pastorale, che con Bussi, dal 1904 in poi è stato il polo industriale elettrochimico di riferimento per l’Abruzzo e in Italia, anche per la produzione bellica negli anni delle guerre. Siti simili per storia e vicende, accomunati anche dall’individuazione dello stesso soggetto inquinatore: che allo stato è Edison, nonché dal medesimo SIN e destino industriale, con la stessa e legittima aspirazione alla bonifica”.

Situazione ancora in stallo

“Situazione ancora in stallo: per Piano d’Orta e le discariche nord di Bussi, è stato individuato il soggetto inquinatore, nella Edison, ma nel sito oggetto del sopralluogo, a fronte dell’ordinanza della Provincia dell’8 agosto 2015, il Ministero ha approvato il Piano operativo di bonifica (P.o.b.) limitatamente alla rimozione dei rifiuti di produzione, mentre da due anni l’analisi di rischio sanitario e ambientale viene osservato, ma non è stato ancora definito. La speranza è che il Ministero dell’Ambiente mantenga fissata la Conferenza di servizio del prossimo 30 giugno e Regione, Arta, Ispra, Comune di Bolognano e altri soggetti invitati arrivino a una analisi di rischio condivisa, sulla base delle rispettive osservazioni. Ci si lavora da due anni e sarebbe ora che si arrivasse alla definitività. Bisogna evitare di concedere ulteriori tempi a Edison perché ciò significa rinviare ulteriormente la bonifica, che i cittadini di Bolognano attendono con ansia”.

La riperimetrazione del sito
“C’è poi il tema della riperimetrazione del sito. Oggi, guidati dalla dottoressa Lucina Luchetti dell’Arta e dalla dottoressa Silvia De Melis del Servizio gestione rifiuti della Regione, abbiamo potuto vedere tutti, vere colline di materiali anche al di fuori del sito e anche nella proprietà Enel, che a quanto pare, non ancora avvia la caratterizzazione. Questo approfondimento ulteriore costituirà un altro lavoro per la Commissione che, in attesa del decreto che riperimetrerà il Sin, come da richiesta della Giunta regionale del 2018 e conferenza di servizi del 3 febbraio 2020, dovrà capire il perché dei ritardi nella caratterizzazione di altri soggetti e le scelte che la Regione riterrà di adottare rispetto ad una eventuale e ulteriore allargamento del Sin”.

La sensazione è che…

“La sensazione è che il percorso partito con le ordinanze della Provincia di Pescara nel 2015, che individuano il soggetto inquinatore, sia l’unico praticabile, ma su questo occorre l’impegno di tutti gli enti coinvolti, affinché si arrivi a un progetto di bonifica condiviso e celere, mettendo al riparo la falda e il fiume Orta e quindi fiume Pescara, che ancora oggi continuano ad essere inquinati dal sito della ex Montecatini. Porteremo avanti un lavoro importante e fitto di approfondimento e di analisi, per avere una conclusione utile alla comunità e alla consapevolezza della situazione e delle soluzioni. La Commissione tornerà a riunirsi il 25 giugno a L’Aquila per proseguire con le audizioni”.

Giuliano Montaldi

Nasce “L’abbraccio d’Abruzzo” l’ultima creazione di Montaldi ispirata ai letti rinvenuti ad Aielli.

Un abbraccio sentito, emozionante e simbolico. E’ “L’abbraccio d’Abruzzo” l’ultima creazione del maestro orafo Giuliano Montaldi che fa parte della sua fortunata collezione “I love Abruzzo”. Alle decorazioni dei raffinati letti in osso animale, rinvenuti nel 1936 ad Aielli all’interno di quattro tombe di epoca romana, si ispira “L’abbraccio d’Abruzzo”: Il piccolo gruppo dei due fanciulli uniti, Amore con le ali di uccello e Psiche con quelle di farfalla, rimanda alle molteplici valenze, terrene e divine, di un sentimento senza tempo che si scioglie nel tenero gesto dell’abbraccio.

L’arte orafa abruzzese oggi

La mano sapiente di antichi artigiani rivive oggi nelle creative forme dell’arte orafa abruzzese. Ciò grazie a un progetto nato in collaborazione con la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio dell’Abruzzo. Ad Amore e Psiche che si stringono tra loro, il maestro Montaldi ha voluto dedicare un ciondolo che andrà ad adornare il bracciale, la collana o gli orecchini della collezione  dedicata alle bellezze della regione verde d’Europa. Uno studio lungo di ricerca sulle decorazioni originali custodite nel deposito della Soprintendenza a Celano e ancora oggi ammirate da tutti per la loro unicità ha portato a questa creazione che, dopo un lungo periodo di lockdown, assume un significato ancora più intenso e profondo.

Le dichiarazioni di Giuliano Montaldi

Non si tratta di un gioiello ma di qualcosa di veramente unico“, ha raccontato Montaldi, “un progetto nato da diverso tempo che ha preso vita grazie al sostegno e al contributo della Soprintendenza in un periodo in cui un abbraccio vale più di mille parole. Tutti apprezzano le bellezze d’Abruzzo, ma in pochi conoscono quel patrimonio nascosto ricco di simboli e messaggi  da valorizzare. Ringrazio la Soprintendenza d’Abruzzo per aver voluto accompagnare la nascita di questo simbolo della collezione “I Love Abruzzo” che contribuirà a promuovere la straordinarietà della nostra Terra”.

Emanuele Imprudente, Guido Liris e Roberto Santangelo

Il governo regionale a guida Marsilio non abbandona le aree interne, storicamente rimaste fuori dal quadro complessivo delle grandi opere della Regione. In particolare inserisce come opere strategiche la ferrovia l’Aquila-Sulmona e L’Aquila-Roma inoltre, tra i 30 interventi che interessano la rete viaria, figura anche il potenziamento delle direttrici L’Aquila-Antrodoco e L’Aquila-Molina per rivitalizzare l’intero comprensorio della Valle dell’Aterno.” Ad annunciarlo sono stati il vice presidente della Giunta regionale, Emanuele Imprudente, l’assessore al Bilancio, Guido Liris e il vice presidente del Consiglio regionale, Roberto Santangelo.

Questi interventi infrastrutturali viari comprendono lavori di ammodernamento, miglioramento e messa in sicurezza, realizzazione di tratte, per un ammontare complessivo di oltre 2 miliardi di euro.

Velocizzare, migliorare e potenziare sono le parole che guidano l’azione di questo Governo regionale di centrodestra. In questa fase di rilancio del Paese, l’Abruzzo fa la sua parte mettendo in campo importanti interventi ritenuti strategici di ammodernamento. Questi interessano la nostra rete viaria e ferroviaria, nonché opere portuali, aeroportuali e dighe.

Sono opere, attese da anni, suddivisi in sessanta interventi di priorità “Molto alta” e “media” per un importo complessivo di poco superiore ai sei miliardi di euro che, grazie ad un ottimo lavoro di squadra, alcune saranno realizzate auspichiamo in tempi brevi, mentre per altre finalmente si inizia a mettere nero su bianco.

Dobbiamo essere in grado di cogliere questo momento di rilancio del Paese perché l’Abruzzo può e deve tenere il passo delle altre regioni integrando i diversi sistemi di mobilità e possibilmente includendo la nostra regione nei circuiti europei”, hanno concluso Imprudente, Liris e Santangelo.

Stefania Pezzopane

Turismo. sostegno alla proposta del ministro Franceschini. “Abruzzo da mettere in corsa

Le dichiarazioni di Stefania Pezzopane

L’idea del Ministro Franceschini per un piano che ricucia l’Italia non solo da Nord a Sud, ma anche nelle sue dorsali, a cominciare da quella Adriatica, è una proposta importante. Merita di essere sostenuta e trasformarsi in uno dei progetti che qualificano l’azione del Governo nazionale. In questa fase speciale e difficile, è essenziale aggredire i problemi strutturali sotto il fronte dei collegamenti. In particolare per quel che riguarda la linea adriatica, che oggi non dispone ancora di un vero e proprio piano per l’Alta Velocità simile a quella che si e’ sviluppata lungo la linea tirrenica e che ha favorito la crescita sociale e le opportunità economiche di quell’area del Paese. Nel contempo bisogna rafforzare le trasversali, perché da ogni luogo delle aree interne sia possibile arrivare speditamente sull’alta velocità”.

Un salto di qualità

“Allo stesso tempo abbiamo la necessità di far fare un salto di qualità all’intero comparto turistico. Questo è infatti tra i più colpiti dalla crisi economica del coronavirus. Riqualificare le aree costiere, e lacustri, affrontare con decisione il problema degli spostamenti verso le aree interne, valorizzare i parchi ed i borghi, per non accontentarsi più di un turismo mordi e fuggi, limitato alle principali località, ma in grado di offrire alle persone uno spaccato del nostro Paese, del nostro stile di vita, del legame indissolubile tra bellezze naturalistiche e artistiche, tra enogastronomia e storia dei territori. Il piano di aiuti europei è un’occasione irripetibile per riscrivere i nostri modelli sociali e di sviluppo, per immaginare un’Italia dove si possa sviluppare un’offerta turistica che metta al centro i piccoli borghi, le città d’arte, le tante tradizioni e specificità che rendono l’Italia un posto unico al mondo”.

Uno sforzo collettivo

“Per riuscirvi, serve uno sforzo collettivo e collaborativo tra le migliori energie del Paese. Non solo il governo deve proseguire nella strada indicata. Serve anche un impegno di tutti, parlamentari, amministratori regionali e locali, tecnici, parti sociali e imprenditori per realizzarlo. Il dibattito per la valorizzazione dei borghi d’Italia è maturo, le connessioni digitali per molte regioni del Sud stanno iniziando ad essere una realtà. Occorre un impegno concreto collettivo perché guardare lontano si può: le risorse mobilitate ci sono, la voglia di riscatto pure. Troviamo insieme modalità e percorsi per fare presto e bene. Il tempo è dalla nostra parte”.

 

Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana