20 giugno 2020 notizie in breve foto

20 giugno 2020 notizie in breve dall’Abruzzo

20 giugno 2020 notizie in breve dall’Abruzzo: Villalago, Cerchio, Scafa, Alba Adriatica, Silvio Paolucci, Sinistra Italiana, Giorgia Meloni, Camillo D’Alessandro.

E inoltre: Monteodorisio, Teramo, Pescara, Festa della Musica 2020 a L’Aquila , Festival internazionale del cortometraggio – Il Varco e Montesilvano.

20 giugno 2020 tutte le notizie in breve dall’Abruzzo

Villalago

Il Comune di Villalago ha postato sulla propria pagina facebook un bellissimo video di un’orsa e quattro cuccioli.

Cerchio – Iscrizioni per il Centro Estivo 2020

II Centro Estivo per l’anno 2020 è un servizio educativo, ludico, sportivo e culturale rivolto a bambini e adolescenti di età compresa tra 3 – 17 anni nel periodo estivo di chiusura delle scuole. Occorre che in esso sia garantito il giusto equilibrio tra esperienze ludiche, animazioni, laboratori espressivi, uscite sul territorio ed attività sportive, in modo tale che, pur non sottovalutando l’aspetto di servizio reso alle famiglie, l’accento sia posto sulla necessità di impiegare il tempo libero dei ragazzi in attività di progettazione, costruzione, esplorazione e ricerca, favorendo esperienze in campo pittorico, motorio/sportivo, espressivo, ludico, ambientale nonché favorendo la socializzazione, la relazione e l’integrazione con altri bambini e ragazzi. In particolare per l’edizione 2020 è richiesta una particolare attenzione al recupero della socialità e della condivisione. Entrambe sono state infatti duramente compromesse durante la condizione di isolamento determinato dalla sospensione dell’attività educativa e didattica causata dall’emergenza epidemiologica da covid-19.

II Centro Estivo

Il Centro Estivo si fonderà su un progetto elaborato dall’ente gestore. Sarà inoltre sottoposto all’approvazione del Comune e delle competenti autorità sanitarie locali per quanto di competenza. Le tematiche del progetto per la parte educativa e ludica, aspetto quest’ultimo da prediligere al fine di permettere il trascorrere in maniera distesa e piacevole il tempo previsto, potranno spaziare fra cultura, arte, fantasia, scienza, ambiente, natura, sport, etc.

II Comune di Cerchio, alla luce delle linee guida nazionali e in attesa di eventuali più specifiche indicazioni regionali, intende quindi ricercare soggetti interessati ad organizzare nel rispetto dei protocolli i Centri Estivi sul territorio comunale.

A chi si rivolge

L’avviso è rivolto anche alle famiglie interessate ad iscrivere i propri figli al progetto Centro Estivo denominato “Estate Insieme 2020”. Quest’ultimo si terrà dal 01/07/2020 al 31/08/2020;

la partecipazione è subordinata ad un piccolo contributo economico per sostenere le spese di gestione in corso di definizione; la candidatura dovrà essere prodotta entro e non oltre il 26/06/2020 aderendo con le seguenti modalità:

telefonando al numero 086328116 o mandando una mail all’indirizzo info@comunedicerchio.it oppure presentazione diretta presso l’ufficio anagrafe del Comune di Cerchio.

Scafa

Pulizia e disinfezione degli attrezzature ludiche per bambini nei giardini pubblici e delle panchine.

Massima cura delle aree verdi con il grande lavoro dei collaboratori comunali Teo Limaj, Cristian D’Angelo, Carlo Di Fiore e Fabio Odoardi.

Hotel Lido – Alba Adriatica

L’Hotel Lido ad Alba Adriatica annuncia la riapertura con un messaggio sulla propria pagina facebook.  Lo riportiamo qui sotto integralmente: “Dal 25 Giugno siamo pronti a ripartire con entusiasmo, dopo un periodo così difficile. Ti aspettiamo ad Alba Adriatica, in prima fila sul mare, per un soggiorno di relax in piena sicurezza in Abruzzo. Per te tantissimi servizi: piscina, spiaggia privata, ristorante, bar, e molto altro. Non rinunciare alle tue vacanze, scopri di più e prenota ora!

Silvio Paolucci

C’è un concorso pubblico fermo da febbraio – afferma il Capogruppo del Pd – per la copertura di 30 posti di collaboratore professionale sanitario – Infermiere, indetto dalla Asl Lanciano Vasto Chieti e la Regione non ha ancora svelato cosa intende fare“.

Sinistra Italiana Abruzzo  – Sinistra Italiana Circolo di L’Aquila

Riportiamo quanto segue dalla pagina facebook di Sinistra Italiana Abruzzo:

“Parco Regionale Sirente Velino

Le recenti notizie riguardanti l’imminente riperimetrazione del Parco Regionale Sirente-Velino ci lasciano perplessi e amareggiati. Prendiamo atto dell’indirizzo politico della giunta regionale, che ha evidentemente scelto di accantonare la dicitura di “polmone verde d’Europa” programmando invece per la nostra regione un futuro fatto di caccia, cemento e di regresso nella tutela del patrimonio naturale abruzzese.

La scelta di tagliare dal nuovo perimetro ampie porzioni di territorio del Parco adducendo tra le motivazioni principali i danni da fauna selvatica nasconde in realtà il preciso intento di dare via libera all’attività venatoria nei territori in cui ad oggi il Parco è ancora in grado di tutelare e salvaguardare habitat di specie animali e vegetali autoctone, alcune delle quali a rischio estinzione”.

Il Parco Regionale Sirente Velino

“Ricordiamo infatti che il Parco Regionale Sirente-Velino ospita numerosi habitat e specie tutelati dalla legislazione europea: su di esso insistono la Zona a Protezione Speciale (ZPS) “Sirente-Velino”, tutelata ai sensi della Direttiva Uccelli (79/409/CEE), e i tre Siti di Importanza Comunitaria (SIC) “Monte Sirente e Monte Velino”, “Serra e Gole di Celano – Val d’Arano” e “Colle Rascito”, tutelati ai sensi della Direttiva Habitat (92/43/CEE)”.

Se anche la riperimetrazione non dovesse interessare alcuna di queste aree…

“Se anche la riperimetrazione non dovesse interessare alcuna di queste aree (la cartografia allegata alla delibera di giunta regionale relativa alla riperimetrazione appare di difficile consultazione in merito a tale punto), andrebbero effettuati studi approfonditi in merito alla possibilità che il cambiamento dei confini del Parco precluda quella continuità ecologica che come ha recentemente sottolineato il professor Luigi Boitani sulle pagine di Repubblica in riferimento ad una delle specie totem della nostra Regione, l’orso bruno marsicano, dà la possibilità alle specie animali e vegetali di sostenersi, assicurando così funzionalità degli ecosistemi e i conseguenti benefici alle comunità locali e non solo”.

Una decisione a pochi mesi dalle meravigliose immagini che il Presidente della Comunità del Parco aveva condiviso

“Appare pertanto quasi surreale il fatto che questa decisione venga presa a pochi mesi dalle meravigliose immagini che il Presidente della Comunità del Parco aveva condiviso con noi, quelle dell’orso bruno marsicano a passeggio in quei boschi che oggi la Regione vorrebbe consegnare nelle mani di chi, per proprio piacere, in quei boschi vuole tornare pronto a premere il grilletto.

Ci colpisce positivamente la premura del Vicepresidente regionale Emanuele Imprudente nel dichiarare che la riperimetrazione deliberata non avrà impatti significativi sulle peculiarità ambientali delle meravigliose aree naturali del Parco, vorremmo tuttavia sapere se, e quali, studi scientifici lo stesso Vicepresidente si sia dato pena di promuovere e/o raccogliere per poter fare in piena sicurezza un’affermazione di tale importanza”.

Se è vero…

“Se è vero, come sostiene Imprudente, che la riperimetrazione del Parco è voluta anche da parte della popolazione dei Comuni attualmente ricadente nei confini di esso, e che la condivisione della tutela ambientale con le comunità locali è uno dei principi cardine della legislazione europea in merito alle aree protette, è anche vero che quest’ultima, così come la nostra legislazione nazionale, richiede che interventi e modifiche nel contesto di aree protette andrebbero sostenuti anche da adeguati studi di impatto ambientale.

Questa riperimetrazione, inoltre, ha un altro chiaro scopo, quello di nascondere l’incapacità del governo di questa Regione nel gestire un Ente che, se messo in condizione di funzionare, non ha nulla da invidiare agli altri Parchi d’Abruzzo”.

L’obiettivo è chiaro

“L’obiettivo è chiaro: i danni da fauna selvatica andrebbero contrastati come nel resto dei Parchi del mondo, mediante aiuti, incentivi e risarcimenti, azioni che la giunta non ha alcuna intenzione di fare; meglio quindi riperimetrare e permettere la caccia, due piccioni con una fava, con buona pace di amanti della natura ed escursionisti che dovranno indossare l’elmetto per godere di quei meravigliosi boschi delle zone oggi soggette a riperimetrazione.

La giunta regionale vuole riportarci indietro di un secolo, cioè a quando a causa della caccia indiscriminata giustificata in base ai danni da fauna selvatica alle attività zootecniche e agricole, l’Abruzzo rischiava di perdere specie autoctone come il lupo e l’orso bruno marsicano, e vedeva definitivamente scomparire dal suo territorio la lince eurasiatica”.

Gli alfieri di questo disegno

“Ci auguriamo che tra gli alfieri di questo disegno di riperimetrazione non ci sia l’ariete pescarese che vuole candidarsi a Presidente del Parco. Al contempo ci auguriamo che i consiglieri regionali di opposizione non sostengano questa sciagurata decisione ed anzi si adoperino per contrastarla in Consiglio regionale; in caso contrario dovremo constatare che gli appelli alla tutela ambientale, alla sostenibilità ed alla riconversione ecologica come volano per lo sviluppo delle aree interne altro non erano che esercizi di retorica”.

Gli appelli

“A nulla valgono gli appelli dei popoli di tutto il mondo, a nulla valgono i moniti della comunità scientifica, alla maggioranza regionale a guida Lega non interessa la tutela ambientale, se quella tutela significa perdere l’approvazione di quella che è a tutti gli effetti una lobby, quella dei cacciatori.

Il Circolo di Sinistra Italiana L’Aquila e la Segreteria regionale di Sinistra Italiana Abruzzo condannano questa scelta scellerata della giunta regionale e chiedono a gran voce una mobilitazione contro questo scempio. Il futuro della regione Abruzzo, delle sue meraviglie naturali e dei suoi borghi, passa attraverso la valorizzazione e la tutela ambientale.

Per questo motivo riteniamo che il Parco Regionale Sirente-Velino non vada riperimetrato ma potenziato, assicurandogli le risorse e le personalità necessarie ad una sua corretta gestione”.

Sinistra Italiana Abruzzo

Sinistra Italiana Circolo di L’Aquila

Giorgia Meloni

Riportiamo quanto segue dalla pagina facebook di Giorgia Meloni: “Massima solidarietà al Carabiniere brutalmente malmenato ad Avezzano (AQ). Aggressioni a danno dei nostri uomini e donne in divisa sono ormai all’ordine del giorno: non è tollerabile. Fratelli d’Italia continua a chiedere pene più severe per chi aggredisce o minaccia le Forze dell’Ordine ma anche risorse e mezzi per poter svolgere al meglio il loro lavoro. Abbiamo il dovere di difendere chi ci difende”.

Camillo D’Alessandro prega per Alex Zanardi

Queste le dichiarazioni di Camillo D’Alessandro: “Prego per Alex Zanardi affinché si riprenda. Forza campione, resisti e vinci anche questa sfida! Tutto il Paese è con te!”.

Monteodorisio

Riportiamo quanto segue dalla pagina facebook del Comune di Monteodorisio: “Al lavoro per realizzare l’ingresso del nostro progetto: PARCO CASTELLO! Dopo i lavori di pulizia, abbiamo messo in sicurezza il corrimano con materiale da recupero presente sul posto! È un primo passo, i lavori da fare sono ancora molti, ma continueremo ad operare per realizzare una nuova area ai piedi del nostro meraviglioso Castello! Ringraziamo Vincenzo Silvestri e Nicola Vitelli che gratuitamente ci hanno aiutato”.

Consegnato al Comune di Teramo il progetto definitivo-esecutivo della ex Scuola Carlo Febbo

Gli architetti Isabella Ciavarelli e Rino Orsatti hanno consegnato al Comune il progetto definitivo-esecutivo di riqualificazione della ex Scuola Carlo Febbo di San Nicolò e dell’area esterna ad essa prospiciente, rimodulato dopo il confronto con i cittadini e le associazioni e scelto dall’amministrazione proprio sulla base delle richieste rappresentate. Ora l’elaborato dovrà essere validato dalla Giunta, prima di indire la gara per l’individuazione della ditta che svolgerà i lavori.

Viene così compiuto un nuovo passo, nel percorso di recupero della importante struttura che ha un particolare significato per la principale frazione cittadina, e si conferma quell’accelerazione che ha caratterizzato sin dall’inizio dell’amministrazione D’Alberto il recupero dell’ipotesi progettuale.

Un traguardo reso possibile innanzitutto da…

Un traguardo reso possibile innanzitutto dal recupero del finanziamento quasi perduto, per il quale l’amministrazione D’Alberto era impegnata sin dall’insediamento attraverso una intensa interlocuzione con la Regione Abruzzo, tesa a tornare nella disponibilità di 551.000 euro già assegnati ma sfumati a causa del mancato avvio dei lavori, che sarebbero dovuti partire nel 2013.

Ricordiamo che già nell’estate del 2018, la ex Carlo Febbo era già stata oggetto di un intervento di bonifica per rimuoverne lo stato di degrado sia esterno che interno. Ad essa, erano seguiti gli incontri con i residenti e le associazioni interessate, da cui si era sviluppato un percorso partecipativo per acquisire le segnalazioni da rappresentare ai  progettisti.

La proposta progettuale

E’ stato così redatta una proposta progettuale che riqualifica l’esterno prevedendo in esso l’allargamento degli spazi, un’area verde integrata con un teatrino, un’area giochi per bambini,  una casetta scambialibro: tutti elementi che hanno l’obiettivo di fare del sito un centro di aggregazione per le famiglie, i bambini, le scuole, insomma: uno spazio di riferimento per la frazione.

Ora, si aprirà una seconda fase partecipativa, riguardante l’interno dell’edificio e volta a definirne la destinazione, sempre rimanendo nell’indirizzo di riservarlo a finalità pubbliche, per ospitare servizi comunali, un centro di aggregazione per giovani, una sala polivalente, una biblioteca e spazi per le associazioni.

L’intitolazione

Per il nuovo complesso è già stata individuata l’intitolazione; sin da quando sedeva sui banchi dell’opposizione, Gianguido D’Alberto aveva proposto, anche attraverso passaggi formali, di dedicarlo ad Ernino D’Agostino, rimpianto presidente della Provincia e figura di grande spessore umano e sociale, proposito ripreso recentemente dal consigliere Lanfranco Lancione, che è tornato a prospettarlo nel corso di un incontro con i residenti.

Le dichiarazioni del Sindaco

Il Sindaco D’Alberto così commenta: “Stiamo accelerando per realizzare un sogno che la frazione di San Nicolò nutre da anni. Abbiamo recuperato le risorse, dialogato con i cittadini, e indicato le linee operative ai progettisti. Insomma, siamo ad un passo dal riscatto di un’area fondamentale per la frazione di San Nicolò, che grazie ad essa può alimentare con nuova energia un significativo sentimento di appartenenza. Ringrazio tutti coloro che sono stati artefici di questo cammino: la Regione, con la quale abbiamo tessuto un’ottima interlocuzione per recuperare il finanziamento; i progettisti, che hanno colto appieno le nostre indicazioni; l’ing. Puritani dell’ufficio tecnico comunale; il Consigliere Lanfranco Lancione che ha fatto sua la causa della ex Carlo Febbo, impegnandosi con energia per raggiungere il risultato atteso”.

Approvato il progetto di riqualificazione di via Benedetto Croce a Pescara

Una riqualificazione totale che faccia tornare via Benedetto Croce una strada di riferimento commerciale e di servizi piacevole da vivere e facile da raggiungere. E’ questo il progetto che l’assessorato ai Lavori Pubblici ha recuperato e adeguato alla nuova situazione strutturale di una delle vie più importanti della città. Mentre con un piano straordinario si ipotizza la modifica all’ultima parte della strada, quella che si restringe a imbuto, nell’immediato la Giunta ha approvato un programma di interventi per complessivi seicentomila euro per restituire completa funzionalità e decoro all’esistente.

Il progetto definitivo-esecutivo

Nello specifico l’amministrazione ha approvato il progetto definitivo-esecutivo che consentirà di esperire, in tempi brevi, tutte le procedure necessarie alla gara d’appalto. La nuova pianificazione ha tenuto conto del deterioramento subito dal fono stradale e da alcune porzioni di marciapiede, oltre che da una parte delle alberature presenti.

Le dichiarazioni dell’Assessore Luigi Albore Mascia

Le opere – spiega l’Assessore Luigi Albore Mascia – sono parzialmente finanziate con fondi Terna. Intendiamo restituire a una strada a vocazione residenziale, ma con una buona offerta di servizi, un’immagine adeguata, anche per favorire la vita di uno dei quartieri più vivaci e più importanti di Pescara. I marciapiedi saranno sistemati in modo da consentire ai pedoni di muoversi nella massima sicurezza. Il finanziamento Terna è di 306.175 euro, la restante quota di lavori, che ammonta a 293.824 euro, sarà coperta attraverso l’utilizzo di oneri concessori“.

Festa della Musica 2020 a L’Aquila

Come in altre 350 città in tutta Italia anche a L’Aquila prende il via la Festa della Musica, domenica 21 giugno con una kermesse musicale al Parco del Castello promossa dalla Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” in collaborazione e con il patrocinio del Comune dell’Aquila.

Lo sforzo organizzativo è stato notevole per il rispetto di tutte le normative vigenti in materia anche di sicurezza sanitaria.

L’evento

L’evento è ad ingresso libero con prenotazione obbligatoria e ha fatto registrare il tutto esaurito per la disponibilità assegnata. Oltre 300 persone si sposteranno guidate in gruppi attraverso le quattro postazioni musicali previste all’interno del Parco nel doppio orario inizio alle ore 19 e alle ore 21,30. Per motivi di sicurezza il percorso è stato leggermente modificato rispetto a quanto precedentemente annunciato ma nel punto di raccolta nel piazzale antistante l’Auditorium del Parco il pubblico troverà tutte le informazioni.

L’evento delle ore 19 sarà trasmesso in diretta streaming sul canale facebook Streaming World TV e sulla pagina pubblica della Società Aquilana dei Concerti.

I protagonisti musicali 

Protagonisti musicali sono: il coinvolgente Crazy Stompin’ Club in formazione strumentale con un programma swing “I suoni di New Orleans”; il duo di percussioni formato da Marco Crivelli e Daniele Ciocca con “Yellow after the rain”, brani di Mitchel Peters, Gordon Stout, Clair Omar Musser, Morris Goldenberg; il Caesar’s Brass Quintet con musiche da film e colonne sonore; il Triosfere, una formazione costituita da bandoneòn, chitarra elettrica e contrabbasso nella quale confluiscono gli stili del tango, del jazz, della musica colta e del pop: “Oltre il cielo di Buenos Aires”. Oltre ai musicisti partecipano il writer Daniele (Giotto) Giuliani e tre voci recitanti: Valeria Bafile, Matteo Di Genova e Tiziana Gioia che intratterranno con letture di documenti e racconti riferiti alla storia della città dell’Aquila, nonché considerazioni sulla musica e sulla cultura di vari autori contemporanei.

4° Festival internazionale del cortometraggio – Il Varco

Il meglio del cinema indipendente internazionale in dodici ore di proiezioni dedicate ai 21 finalisti tra i 2.309 iscritti da 125 nazioni: sono i numeri del 4° Festival del cortometraggio – Il Varco, prodotto da Marco Crispano e Stefano Chiavarini,  che torna in una veste on line con la direzione artistica di Andrea Gatopoulos e in collaborazione con la Cineteca di Milano, il Comune di Pescara e la Film Commission d’Abruzzo. Sei programmi tematici in mostra dal 22 al 25 giugno, a partire dalle ore 20, sulla piattaforma streaming della Cineteca di Milano, con una serie di contenuti extra, interviste, presentazioni e approfondimenti sui lavori dei registi selezionati visibili per 24 ore (https://www.cinetecamilano.it/biblioteca/catalogo/).

il Festival Internazionale del cortometraggio – Il Varco

Nato nel 2017, il Festival Internazionale del cortometraggio – Il Varco si pone come una delle manifestazioni più vocate alla scoperta e al lancio di giovani autori della cinematografia. In giuria i due volte David di Donatello Daniele Ciprì e Marco Spoletini, i nominati al Leone D’Oro Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, il vincitore della Semaine de la Critique Fulvio Risuleo, il vincitore del premio SIAE miglior Talento Lorenzo Berghella, il quattro volte premio UBU Saverio La Ruina e l’attrice premio UBU Lucrezia Guidone.

Le dichiarazioni dell’Assessore alla cultura del Comune di Pescara, Mariarita Paoni Saccone e della presidente della Commissione cultura del Comune, Manuela Peschi

L’iniziativa nata proprio da un pescarese, il regista e attore Stefano Chiavarini – così l’Assessore alla cultura del Comune di Pescara, Mariarita Paoni Sacconeinserisce la nostra città in un circuito di primissimo piano della cinematografia internazionale. Il Comune ha dato il patrocinio alla manifestazione proprio per la sua valenza”.

Per la presidente della Commissione cultura del Comune, Manuela Peschi, “il 4° Festival internazionale del cortometraggio riporta Pescara al centro dell’attenzione non solo nazionale per la vitalità culturale, soprattutto in questo difficile momento che segue la sospensione delle attività artistiche a causa della pandemia da Covid-19”.

La piattaforma Cineteca Milano

Tutti i contenuti resteranno visibili sulla piattaforma della Cineteca Milano per 24 ore. Inoltre le interviste e gli interventi verranno pubblicati sul canale youtubedel Festival.

Info: https://www.facebook.com/events/258797555440247/           
Pescara, 20 giugno 2020-06-20

PROGRAMMA ONLINE                      

22/06
WHAT WATER FOR THESE ROOTS – Film Program           
Drifting by Hanxiong Bo (USA, China, Spain, 2019) – International  
SheRuns by Qiu Yang (China, 2019) – International 
À la merpoussière by HéloïseFerlay (France, 2020) – Animation     
– Incontro con HéloïseFerlay                
Train Robbers by Martin Walther (Norway, 2019) –Documentary                 
– Incontro con Martin Walther               
Inverno by Giulio Mastromauro (Italy, 2020) – Autori Italiani 
– Incontro con Giulio Mastromauro       

DARK WOODS – Film Program             
La fille oblique by Mathilde Delauney (France, 2019) – International
Acid Rain by TomekPopakul (Poland, 2019) – Animation      
Ferine by Andrea Corsini (Italy, 2019) – Autori Italiani           
– Incontro con Andrea Corsini               

23/06

LOVE ME TWO TIMES – Film Program
Allcats are grey in the dark by Lasse Linder (Switzerland, 2019) – Documentary     
– Incontro con Lasse Linder                          
Amateur by Simone Bozzelli (Italy, 2019) – Autori Italiani       
– Incontro con Simone Bozzelli             
Symbiosis by Nadja Andrasev (France, 2019) – Autori Italiani           
Los Oceanos Son Los VerdadoresContinentes by Tommaso Santambrogio (Italy, Cuba, 2019) – Autori Italiani     
– Incontro con Tommaso Santambrogio

THE PASSAGE – Film Program             
Thank you for patientlywaiting by Max Marklund, Anders Jacobsson (Sweden, 2020) – International
– Incontro con Max Marklund e Anders Jacobsson   
Hereafter by Kristen Williams (USA, 2019) –Experimental    
– Incontro con Kristen Williams             

24/06

FUTURE PAST – Film Program             
L’alleato by Elio Di Pace (Italy, 2019) – Autori Italiani 
– Incontro con Elio Di Pace                   
Blessed Land by PhạmNgọcLân (Viet Nam, 2019) – International    
Il passo dell’acqua by Antonio Di Biase (Italy, 2019)  
– Incontro con Antonio Di Biase            

25/06

IT’S A DYING WORLD. BUT GLOWING STILL. – Film Program       
Repetition by Kevin Mcgloughlin (Ireland, 2019) – Experimental      
Intermission Expedition by WiepTeeuwisse (Netherlands, 2019) – Animation         
Swatted by IsmaëlJoffroyChandoutis (France, 2018) – Documentary          
KIDS by Michael Frei (Switzerland, 2019) – Experimental    

PREMIAZIONE DEL LAVORI VINCITORI

CONTATTI E RIFERIMENTI:

http://ilvarco.net/

https://filmfestival.ilvarco.net/

https://www.facebook.com/ilvarcoproduzioni/

Montesilvano

Da lunedì 22 a venerdì 26 giugno ripartono i servizi di disinfestazione “Per una città in salute”, curato dall’assessorato ai Servizi e Manuntenzioni ed effettuato dalla ditta Biological Service. Sono previsti interventi mirati su tutto il territorio comunale, comprese le contrade e le zone periferiche. Da lunedì si riprenderà con il terzo passaggio dell’adulticida, volto alla lotta delle zanzare. Si parte dalle contrade San Paolo, Barco, Trave, Foresta, Santa Venere, Collevento, Macchiano lato fosso Mazzocco e Valle Cupa.

Martedì 23

Martedì 23 toccherà a via Vestina lato fiume Saline, al primo tratto di corso Umberto I angolo Viale Europa, tratto via Aldo Moro, zona alberghiera, nuova zona residenziale (PPI), via Cavallotti.

Mercoledì 24

Mercoledì si procederà al P.P.2. fascia pedecollinare sopra via Saragat, via Verrotti, via Chiarini, via Saffi, via Chiappinello, Strada Contrada Pianacci, Colle Portone, Contrada da Macchiano lato monte.

Giovedì 25

Giovedì sarà la volta del lungomare da Viale Europa fino al confine, strada parco, corso Umberto I da viale Europa a confine, Villa Verrocchio e Santa Filomena.

Venerdì 25

Venerdì si concluderà nel centro storico di Montesilvano Colli. Il trattamento consiste nella nebulizzazione di insetticida a basso impatto ambientale ed altamente efficace nei confronti di mosche, zanzare ed altri insetti volanti e prevede l’irrorazione del prodotto mediante atomizzatore con testa a cannone. Il prodotto è consentito dalla normativa vigente, autorizzato e registrato presso il Ministero della Sanità e non è nocivo per l’uomo e gli animali domestici.

Le raccomandazioni

Si raccomanda di tenere chiuse le finestre; non lasciare su terrazzi e balconi panni stesi o alimenti e non sostare in ambienti aperti durante e dopo il trattamento; non lasciare animali domestici in aree prossime alla strada, mettere al riparo anche ciotole e abbeveratoi;  parcheggiare autovetture o altri mezzi in modo da non ostacolare le operazioni di disinfestazione; eseguire un accurato lavaggio degli ortaggi per garantirne la commestibilità, pur se l’operatore avrà la massima cura nell’utilizzo del prodotto nella fase di aspersione.

In caso di avverse condizioni atmosferiche il servizio sarà rinviato a data da stabilire.

Le dichiarazioni dell’Assessore Alessandro Pompei 

La lotta alle zanzare non può fermarsi ed è proprio in quest’ottica che l’amministrazione comunale ha incentivato ulteriormente la campagna per la lotta alla zanzara e agli insetti infestanti aumentando il budget di quattro volte rispetto agli anni passati. La presenza delle zanzare e degli altri infestanti, non sono ormai purtroppo solo un fastidio, ma possono diventare un problema di salute pubblica, per questo l’impegno di questa amministrazione comunale è massimo e siamo certi che lo sarà anche la collaborazione dei cittadini”.

Le segnalazioni dei cittadini

“Grazie alle segnalazioni dei cittadini abbiamo dotato la nostra città per la prima volta di una campagna strutturata di disinfestazione e derattizzazione, che potrà essere verificata sul sito internet del Comune, consultando la mappa interattiva tramite Google Heart per monitorare i percorsi annunciati. A seguito di ogni ciclo è possibile consultare anche un link di rendicontazioni degli spostamenti effettuati tramite gps. Lunedì partirà il terzo intervento per limitare l’infestazione da zanzare in diverse zone della città, che si protrarrà anche nei mesi di luglio, agosto e settembre”.

Le aree private

“Le aree private però costituiscono la maggior parte dei siti a rischio ed è fondamentale che ogni singolo cittadino provveda alla rimozione di tutti i potenziali focolai larvali (tutti i possibili ristagni d’acqua) e al trattamento con larvicidi di quelli che non possono essere eliminati (tombini, caditoie, pluviali delle grondaie, ecc.) mettendo in pratica alcune semplici norme di comportamento. In questi giorni, su segnalazione dei cittadini, abbiamo rivolto particolare attenzione anche agli interventi di derattizzazione, attraverso la ricarica di erogatori con esche”.

 

Torna alla Home Page

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana