3 febbraio 2022 notizie in breve dall'Abruzzo foto

3 febbraio 2022 notizie in breve dall’Abruzzo

3 febbraio 2022 notizie in breve dall’Abruzzo: Fiuggi-Chieti, Chieti F. C. 1922, Tikitaka Planet, Teramo Calcio, Rugby Experience L’Aquila, Chieti, Gessopalena, Perano, Rocca San Giovanni, Celano, L’Aquila, Scurcola Marsicana, Trasacco, Montesilvano, Pescara, Fondazione Pescarabruzzo, Cermignano, Pineto, Roseto degli Abruzzi e Teramo. 

Tutte le notizie dall’Abruzzo del 3 febbraio 2022 in breve

3 febbraio 2022 tutte le notizie in breve dall’Abruzzo

Regione: lo sport

Fiuggi-Chieti: info sul settore Ospiti

Per assistere alla gara Fiuggi-Chieti di domenica 6 febbraio si informano i tifosi neroverdi che è possibile prenotare i posti SOLO tramite messaggio whatsapp al numero 3292262577, oppure tramite mail all’indirizzo valeriocaprino@hotmail.it. Il numero di tagliandi messi a disposizione è di 125 con ingresso gratuito.

Vi ricordiamo di indicare il numero di posti da riservare, i nominativi e specificare la richiesta del settore ospiti. È obbligatorio il super green pass.

 

Chieti F. C. 1922: in ricordo di Alessandro Luciani

Questo il messaggio postato ieri sulla pagina facebook ufficiale della società:

Tutta la Società si stringe attorno al dolore della famiglia Luciani per la perdita del caro Alessandro, tifoso legatissimo ai colori neroverdi nonché dirigente del Chieti nelle scorse stagioni. Una perdita che lascia attoniti, tanti i momenti passati insieme, sempre col Chieti nel cuore.

Buon viaggio Alessandro”.

 

Tikitaka Planet: Nel recupero dell’ultima di andata battuta  l’Audace Verona 3-11

San Giovanni Lupatoto.

Nel recupero dell’ultima giornata di andata del campionato di serie A a San Giovanni Lupatoto il Tikitaka Planet supera l’Audace Verona. Per le giallorosse a segno (oltre ad un’autorete delle padroni di casa) Bettioli, Bertè, Gerardi, Vanin (doppietta), Verzulli, Papponetti (doppietta), Sgravo e Tampa. Reti venete siglate da Püttow, Pomposelli e Biasiolo. Per Papponetti e Sgravo si tratta delle prime marcature in serie A.

Una partita a senso unico

È stata una partita a senso unico, senza alcun pericolo dal punto di vista del risultato, è stata ben gestita sotto tutti gli aspetti: dal punto di vista del gioco, della fase offensiva e difensiva e che Mister Schurtz sia riuscito a dare minutaggio a tutte le ragazze in distinta, ancora una volta.
Ritorno in campo, subentrando a Duda, anche per Luzi che era lontano dal rettangolo di gioco da diverso tempo a causa, tra l’altro, anche di alcuni infortuni. Il primo tempo è terminato 0-5, quindi il risultato è stato messo in cassaforte sin da subito grazie anche all’aver sbloccato la partita dopo nemmeno un minuto e mezzo. La squadra ha cominciato a concretizzare di più le occasioni create e nonostante il largo risultato, di occasioni c’è ne sono state anche altre.
Prestazione positiva e ottima per tutti. Peccato per l’espulsione di Prenna, arrivata dopo un semplice fallo di gioco per di più non commesso da lei.

Le dichiarazioni di Martina Sgravo

Così a fine gara, la n.22 Martina Sgravo:
È un successo maturato grazie alla forza del collettivo, lo testimonia anche il fatto che siamo andate in marcatura con 8 giocatrici diverse. Abbiamo già centrato il primo obiettivo della stagione qualificandoci in Coppa Italia, con il susseguirsi dei risultati positivi e del lavoro costante del mister, stiamo acquisendo consapevolezza in noi stesse e nel gruppo.

Veniamo da settimane non facili per via dello stop causa positività al Covid-19 di alcune di noi, riprendere in questo modo non può renderci che felici e soddisfatte del lavoro che abbiamo fatto finora. Credo che potremmo dire la nostra in Coppa Italia e nei prossimi Play Off Scudetto continuando a sorprendere”.

Il primo gol in Serie A

“ll mio primo goal in Serie A? In realtà lo realizzai nella stagione 2011/2012 con l’allora Az Gold ma comunque parliamo di tutt’altra cosa poiché era un campionato meno competitivo rispetto a quello di quest’anno, quindi sì, è stata una nuova e forte emozione soprattutto averlo realizzato con il Tikitaka“.
Prossimo appuntamento a Domenica 6 Febbraio ore 18.00 al Palaroma di Montesilvano contro l’Italcave Real Statte.

 

Teramo Calcio: domenica 6 febbraio 2022 scontro in casa con la Lucchese

Dopo un mese e mezzo dall’ultimo confronto casalingo i biancorossi tornano al Bonolis!

Domenica 6 febbraio affronteranno la Lucchese alle ore 14:30!

Info biglietti:

Caffè dell’Olmo c/o Iskra Bar, via Capuani, 92;

Point c/o Centro Commerciale Gran Sasso;

Vivaticket;

Botteghino accrediti, posto alle spalle del settore “Distinti” (domenica dalle ore 12:15 alle ore 15:15)

E ricordate, l’abbonato porta un amico

Orari “Point”

Venerdì: ore 10-13, ore 16-19;

Sabato: ore 10-13; ore 16-19;

Domenica: ore 9-12.

 

Rugby Experience L’Aquila: Alessandro Di Stefano convocato dall’Italia Under 18

C’è il nome di Alessandro Di Stefano della Rugby Experience L’Aquila nella lista dei convocati dell’Italia under 18 che prenderanno parte al raduno in programma a Parma dall’8 al 10 febbraio.

 

3 febbraio 2022 tutte le notizie in breve dall’Abruzzo – La provincia di Chieti

Chieti: ripulita Piazza Carafa

Quello che è successo è inaccettabile – riferiscono il sindaco Diego Ferrara e l’assessore all’Ambiente e alla transizione ecologica Chiara Zappalortoabbiamo chiesto agli operatori di ripulire al più presto i luoghi, restituendo alla piazza dignità e decoro, come si conviene a uno spazio pubblico che è patrimonio di tutti, che si trova al centro di una zona residenziale della città e proprio di fronte a scuole e alla delegazione comunale.
L’averla ridotta in quelle condizioni è inaccettabile, per evitarlo aumenteremo i controlli e, al contempo, la nostra attenzione al decoro cittadino sarà mantenuta costante, anche perché a fronte di pochi incivili, c’è invece una città intera che rispetta le regole e che tiene a cuore lo stato delle strade, delle piazze, dei parchi e spazi pubblici, perché sono patrimonio di tutti. Non ci stancheremo mai di sensibilizzare la comunità al rispetto e la tutela dell’ambiente pubblico e, per i casi in cui potremo, di punire i responsabili di comportamenti del genere, applicando la legge e applicando anche le sanzioni”.
 

Gessopalena: comunicazione  da parte del Sindaco – Aggiornamento covid-19

Di seguito una comunicazione del Sindaco del Comune di Gessopalena, Mario Zulli:

“Scuole
Per quanto concerne la Scuola dell’Infanzia, i casi positivi al momento sono tre. Tutti i bambini che hanno frequentato le lezioni durante questa settimana, come già comunicato dal Dirigente Scolastico, sono sottoposti a quarantena per dieci giorni, così come indicato dal Dipartimento di Prevenzione e previsto per legge.
L’attività didattica sarà sospesa a partire dalla giornata di domani. Seguirà specifica comunicazione dell’Istituto comprensivo.
Domani mattina, la Scuola Primaria riprenderà regolarmente le lezioni in quanto non ci sono positività.
Questa mattina, grazie alla collaborazione di Eco.Lan, abbiamo proceduto alla sanificazione straordinaria dell’intero edificio scolastico di Viale Finamore.
Casi positivi
Il numero dei casi positivi attivi, comunicati dal Dipartimento della Asl, nel nostro Comune è pari a diciannove.
Purtroppo, tra ieri sera e oggi, sono stato informato dai diretti interessati di nuove tredici positività al tampone che dovranno essere ufficializzate dalla Asl.
Alla luce di tale dato e tenuto conto degli ulteriori sviluppi, mi riservo di adottare, nella giornata di domani, eventuali misure necessarie a contenere la diffusione del contagio sul territorio comunale.
Inutile ribadire la necessità di rispettare le regole. La situazione non è delle più belle. Siamo tutti stanchi, ma ce la faremo anche questa volta.
Il Sindaco”
 

Perano: proroga bando ordinario 2021 del dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale

Si comunica che sul sito ufficiale del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile, è stata prorogata la scadenza del termine della presentazione delle domande di servizio civile al 10 febbraio 2022 ore 14:00.
 

Rocca San Giovanni contribuisce al completamento dell’area monumentale di Nuraghe Chervu a Biella con una lastra in pietra in ricordo delle vittime della Grande Guerra

“Abbiamo scelto di aderire all’iniziativa come segno di riconoscenza nei confronti di tutti i concittadini che, nel corso della Grande Guerra, hanno sacrificato il bene più prezioso a difesa della patria, garantendo ai posteri un Paese inclusivo e libero”. Questo il commento di Fabio Caravaggio, Sindaco di Rocca San Giovanni, in provincia di Chieti, che con tutta l’amministrazione comunale ha deciso di aderire al progetto promosso dal comune di Biella e dal Circolo culturale sardo Su Nuraghe di completare, con una pavimentazione lapidea composta da pietre di riuso provenienti da diversi comuni italiani, l’area monumentale Nuraghe Chervu, dedicata alla Brigata Sassari e ai caduti biellesi della Prima Guerra Mondiale.

La lastra di pietra

La lastra di pietra, realizzata dall’artigiano nonché consigliere comunale Pio Bozzelli, inviata dal borgo della Costa dei Trabocchi, avrà la scritta “Rocca San Giovanni n. 41” e contribuirà alla realizzazione di un’opera, che sarà inaugurata a marzo del 2022, dal forte significato storico.

 “Affiancare, seppur simbolicamente, la lastra di pietra in ricordo delle vittime di Rocca San Giovanni, a quelle di altri Comuni d’Italia – conclude il primo cittadino – ne preserva la memoria rafforzando, al contempo, lo spirito di unità nazionale”.

 

3 febbraio 2022 tutte le notizie in breve dall’Abruzzo – La provincia dell’Aquila

Celano: aggiornamento situazione covid-19 in paese

Attualmente positivi (mercoledì 2 febbraio): 27

Negativizzati (giovedì 3 febbraio): 18

Numero totale positivi: 387

Rispettiamo le regole:

1) utilizzo della mascherina al chiuso e all’aperto;

2) distanziamento sociale;

3) igienizzazione delle mani;

4) evitare gli assembramenti.

I dati relativi al numero delle persone positive, residenti nel Comune di Celano, sono ufficialmente comunicati dalla Asl.

 

L’Aquila: viabilità: via libera a progetto per completamento strada Torrione-San Giacomo

Dopo oltre vent’anni di attesa verrà completato il collegamento stradale tra il quartiere del Torrione e quello di San Giacomo. I lavori inizieranno entro il mese di aprile”.

Ad annunciarlo sono il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e l’assessore alle Opere pubbliche Vito Colonna.

Con determina dirigenziale è stato, infatti, approvato il progetto per un importo di 430mila euro e, contestualmente, è stata indetta la relativa procedura di gara per la individuazione della impresa esecutrice.

Una risposta efficace che questa amministrazione fornisce per risolvere definitivamente le problematicità segnalate da residenti e automobilisti e che rientra in una più ampia strategia volta a migliorare la viabilità, rendendo le nostre infrastrutture sicure e confortevoli, adeguate alle esigenze della comunità” concludono sindaco e assessore. 

 

L’Aquila tra le cinque città italiane meno inquinate secondo Legambiente

Pierluigi Biondi: “Il lavoro paga, gli investimenti per la città green hanno dato risultati significativi

Il miglioramento della vivibilità è sempre stato uno dei cardini fondamentali del programma di governo cittadino. Il lavoro serio e concreto ora premia una serie di azioni che è a tutto vantaggio dell’Aquila e della nostra comunità. Gli investimenti per la città verde e sostenibile non erano un libro dei sogni, ma hanno dato risultati tangibili e significativi”.

Il sindaco del capoluogo abruzzese, Pierluigi Biondi, ha commentato così l’esito dell’indagine svolta da Legambiente “Mal’aria di città 2022”, dalla quale emerge come L’Aquila sia una delle cinque città italiane, su 102 capoluoghi di provincia monitorati, che rispettano i valori suggeriti dall’Organizzazione mondiale della sanità quanto alla concentrazione delle polveri sottili pm10 registrate lo scorso anno (le altre sono Caltanissetta, La Spezia, Nuoro e Verbania).

Ulteriori dichiarazioni del Sindaco

 “Limitandosi a enunciare alcune delle indicazioni fornite da Legambiente per la riduzione dell’inquinamento, indicazioni presenti nella stessa indagine: incentivazione della ciclopedonalità, zona 30 (limite di velocità in alcuni tratti urbani), micromobilità elettrica, autobus a emissioni zero, strade condivise tra cicli e veicoli a motore, incentivazione della mobilità elettrica in generale. Ebbene, si tratta di tutte azioni che hanno visto l’amministrazione comunale impegnata in prima fila che hanno avuto, tra l’altro, la capacità di intercettare importanti e consistenti finanziamenti nazionali e regionali ed europei, che premiano l’impegno degli assessorati alla Mobilità e all’Ambiente, guidati dagli assessori Carla Mannetti e Fabrizio Taranta che ringrazio.

Anche in fatto di concentrazioni di polveri PM2.5 e di biossido di azoto NO2, pur superando i limiti definiti dall’Oms, siamo tra le prime dieci città italiane, ma abbiamo l’ambizione di migliorare i risultati e di rientrare nei parametri che ci porterebbero a essere, usando l’espressione di Legambiente, ‘Cleancities’. E L’Aquila può auspicabilmente sperare di avvicinarsi a questo obiettivo anche grazie al Pums, approvato in Consiglio comunale l’11 gennaio dal Consiglio comunale”

Sostenibilità ambientale e la tutela del territorio sono obiettivi prioritari dell’amministrazione

La sostenibilità ambientale e la tutela del territorio sono obiettivi prioritari dell’amministrazione. Il nostro Comune beneficerà di un importante finanziamento, pari a 639mila euro, per mettere a punto un piano da per la mitigazione e l’adattamento del nostro territorio alle mutazioni climatiche. Una strategia di politiche lungimiranti confermate dalla partecipazione al bando della Commissione Ue per sostenere 100 città europee nella loro trasformazione sistemica verso la neutralità climatica entro il 2030, facendone dei centri di sperimentazione ed innovazione”.

Oggi in città circolano 10 autobus elettrici, ne arriveranno almeno altri 8 – ha aggiunto Biondi – 4 le vetture comunali di servizio a emissioni zero, mentre i fondi stanziati da questa amministrazione per incentivare gli acquisti di mezzi ecologici hanno portato all’erogazione di contributi per 1328 biciclette e 178 auto elettriche. Il Pums a regime prevede la realizzazione della cabinovia dalla stazione ferroviaria a Roio, un metrobus elettrico che colleghi Coppito al terminal di Collemaggio, 21 ciclostazioni, 15 postazioni di ricarica elettrica, 9 punti di consegna e riconsegna di bike sharing, una rete ciclabile di 36 chilometri, oltre a un incremento del 21% delle percorrenze del nostro trasporto pubblico, e come detto, della dotazione di autobus elettrici oltre quelli già in circolazione”

All’Aquila la transizione ecologica è un dato di fatto già acquisito e in continua evoluzione, per garantire ai figli di questa terra una città moderna, vivibile, proiettata al futuro” conclude il sindaco.

 

Scurcola Marsicana: collezione d’arte di Franco Farina, interviene il critico Pasqualone

“Una collezione da valorizzare”

A Scurcola Marsicana, in provincia dell’Aquila. c’è una bellissima collezione d’arte di Franco Farina, 300 opere di tutti i tempi, che meritano un’adeguata sistemazione, con la creazione di un museo ed una fondazione ad hoc.

Lancia il suo appello e la sua proposta alle istituzioni comunali, provinciali e regionali il critico d’arte Massimo Pasqualone, nella profonda convinzione che il progetto sia fattibile e facilmente realizzabile.

Franco Farina – spiega Pasqualone – proviene dall’Arma dei Carabinieri e ha lavorato nel nucleo Tutela Patrimonio Culturale ed è il presidente dell’Associazione San Bernardino da Siena e nel corso degli anni ha messo insieme una straordinaria collezione di opere d’arte dal Trecento ad oggi. Sono convinto che  la comunità locale e non solo  potrà beneficiare di questo progetto, che non può rimanere lettera morta come accaduto finora.

 

Trasacco: è uscito il bando di assegnazione dei terreni montani per uso civico di pascolo

Maggiori informazioni qui.

 

3 febbraio 2022 tutte le notizie in breve dall’Abruzzo – La provincia di Pescara 

Montesilvano: Ottavio De Martinis ha fatto tappa all’Istituto Tecnico “Tito Acerbo” di Pescara

La campagna di ricognizione degli istituti scolastici del territorio pescarese che sta effettuando il presidente della provincia, Ottavio De Martinis, ha fatto tappa all’Istituto Tecnico “Tito Acerbo” di Pescara, la scuola superiore più antica dell’intera provincia.

Un grande passato ma anche un grande futuro

Un grande passato, dunque, ma anche un grande futuro con un nuovo progetto pronto a decollare. Infatti durante la visita al preside Carlo Di Michele, condotta insieme al dirigente tecnico Marco Scorrano e al funzionario della Provincia Alessandra Berardi, si è palesata la necessità di realizzare una nuova palestra nell’importante area esterna dell’istituto.

Il presidente ha potuto ravvisare una totale condivisione di idee tra le esigenze della scuola e le opportunità della Provincia di Pescara, nell’ambito del PNRR. E  questo obiettivo dovrebbe concretizzarsi proprio in occasione del centenario della scuola.

Il progetto acquisisce ulteriore valore se si considera che tale struttura sarà utilizzabile per attività sportive sia in orari scolastici che in quelli extrascolastici, peraltro in una zona centrale della città di Pescara.

Le dichiarazioni di Ottavio De Martinis

Conoscere direttamente la situazione delle strutture scolastiche  – afferma De Martinis” – è un passo necessario per rendere gli istituti sempre più decorosi, efficienti e anche più belli, fermamente convinto che in luoghi gradevoli e funzionali gli alunni si sentano maggiormente stimolati a dare il meglio. Durante la visita, ho avuto anche il piacere di incontrare i rappresentanti di istituto, con i quali mi sono confrontato su temi di interesse comune, segno che sono tantissimi i giovani che hanno idee propositive e strade percorribili per il futuro. In particolare sono stati definiti alcuni importanti interventi sulle strutture già esistenti e sul decoro della scuola che consentiranno di valorizzare ulteriormente questo importante polo scolastico della provincia“.

 

Montesilvano: al via le domande per il rimborso spese trasporto disabili

È stato pubblicato sul sito del comune di Montesilvano l’avviso per la concessione di contributi a sostegno delle spese di trasporto dei soggetti disabili frequentanti strutture riabilitative relativi al semestre luglio-dicembre 2021. L’Amministrazione Comunale mette a disposizione dei cittadini in possesso di certificazione di disabilità con connotazione di gravità o in condizione di patologia transitoria, un contributo economico per le spese di viaggio per le cure/terapie riabilitative. In caso di richieste superiori alla disponibilità economica, tutti i soggetti in possesso dei requisiti saranno collocati in graduatoria secondo l’ordine crescente del valore ISEE e si provvederà all’erogazione del contributo a partire dal primo in graduatoria fino ad esaurimento della somma a disposizione.

Il modulo da compilare per la domanda è scaricabile all’interno dell’articolo presente nella sezione avvisi sul sito del comune (www.comune.montesilvano.pe.it/category/avvisi/), dove sono elencati anche gli allegati da presentare. In caso di documentazione incompleta l’istanza sarà ritenuta non ammissibile e il termine di scadenza per la presentazione delle domande fissato perentoriamente per il giorno 18/02/2022. Per ulteriori informazioni contattare l’Ufficio Disabilità ai numeri 0854481364 / 0854481258.

 

Pescara: Il Progetto «Pescara Young» apre le porte della città alla creatività di ragazze e ragazzi  dai 14 ai 19 anni

Il Progetto «Pescara Young» apre le porte della città alla creatività di ragazze e ragazzi  dai 14 ai 19 anni di tutti gli istituti superiori e li fa confrontare con il mondo dai banchi di scuola, facendoli diventare protagonisti di idee e di innovazione e coniugando formazione didattica e crescita professionale. Entra infatti nella fase esecutiva il percorso di coinvolgimento delle scuole per la realizzazione del servizio Informagiovani con il contest in programma venerdì 4 febbraio alle ore 11.00 con il coinvolgimento di due licei (Major e Marconi), dei rispettivi presidi e dei rappresentanti degli studenti delle classi che hanno già aderito, nonché dei rappresentanti dei genitori. Discuteranno di contenuti e possibilità con l’assessore alle politiche giovanili Patrizia Martelli e via web dal sindaco Carlo Masci in un apposito incontro in streaming.

Un processo di partecipazione democratica

«Pescara Young» è stato impostato come un processo di partecipazione democratica in cui i cittadini di un territorio e gli studenti di una scuola hanno la possibilità di decidere cosa realizzare con un budget a disposizione, facendo proposte, affinandole e progettandole o semplicemente votandole. I tre migliori progetti (uno per ogni classe) che emergeranno in questa fase, votati dalla  platea degli studenti per i loro contenuti, saranno poi sottoposti al vaglio degli esperti dell’Amministrazione comunale per la scelta finale e la realizzazione del servizio informazioni.  Il Comune finanzierà la realizzazione della proposta più votata e ritenuta migliore con un budget di 30.000 euro.

 

Pescara: i conti del Comune sono in regola

«I rilievi mossi al Comune di Pescara sorprendono perché non in sintonia con un quadro oggettivo che è tale da reggere autorevolmente a qualsiasi riscontro tecnico». È il primo commento dell’assessore al bilancio Eugenio Seccia  in merito alla pubblicazione della nota della Corte dei conti che è stata considerata un campanello d’allarme sulla situazione finanziaria dell’Ente.

Non solo il Comune ha rispettato tutti i parametri previsti dal D. Lgs. 118/2011, ma ha altresì centrato ogni obiettivo da esso prescritto, così come dall’aggiornamento del d.m. I agosto 2019, con i tre saldi finali:

1)         risultato di competenza;

2)         equilibrio di bilancio;

3)         equilibrio complessivo.

I numeri parlano chiaro

«I numeri parlano chiaro: il rendiconto 2020, che è stranamente oggetto dei rilievi mossi dalla Corte dei Conti, poggia su un risultato di competenza di parte corrente di + € 13.153.510,69.

Se a esso sottraiamo le somme accantonate e vincolate, l’equilibrio di bilancio è di + € 98.988,37. La sezione regionale della Corte dei conti – prosegue Seccia – , nel rilevare un differenziale di parte corrente negativo di € 26.954.036,15, cifra che ha destato tanto allarme, ha sottratto al risultato positivo di parte corrente il residuo debito di € 35.391.882,11, ovvero il Fondo anticipazioni di liquidità.

Mai un rilievo del genere è stato mosso nei confronti del Comune di Pescara, non fosse altro per il fatto che la somma residua di € 35.391.882,11 deve essere restituita in un periodo di trenta anni. Non si comprende perché l’intera somma residua sia stata sottratta dall’equilibrio di parte corrente come se l’Ente avesse dovuto restituire l’intero debito residuo nel corso dell’esercizio 2020, invece che con una quota di 1,8 milioni annui».

Il Comune di Pescara ha sempre recuperato una somma maggiore

Il Comune di Pescara, a fronte di una quota di recupero del disavanzo programmato pari ad € 2.752.943,87, ha sempre recuperato una somma maggiore. Su questo comportamento virtuoso c’è persino una sottolineatura del magistrato contabile (per quanto limitata a una sola riga), tanto che nel periodo 2016-2020 è stato recuperato un maggiore disavanzo per un importo pari a € 2.225.258,24: segnale più che evidente di una capacità di restituzione dell’ente maggiore rispetto a quella prevista.

“Allarme incomprensibile”

Per Seccia «l’allarme riportato sugli organi di stampa è quindi fattualmente e oggettivamente incomprensibile. In argomento l’amministrazione comunale chiederà in tempi brevi un incontro con i componenti della Sezione regionale della Corte dei conti».

L’uso dell’espressione «gravi irregolarità», peraltro, non è accompagnato da alcuna precisazione giuridica su qualsivoglia violazione di norma; la chiosa sull’accertamento del conseguimento dell’obiettivo intermedio, poi, è in contraddizione logica con la spalmatura trentennale di un debito invece preso totalmente a riferimento per definire l’equilibrio corrente dell’Ente. Si aggiunga inoltre che nel corso del 2020 non vi è stato alcun elemento nuovo e di alcun genere, dal punto di vista contabile, tale da indurre la Corte a modificare il proprio pensiero.

Il piano di riequilibrio non solo rispetta perfettamente tutti i parametri, ma anzi è addirittura migliorativo

Il Comune di Pescara può quindi a mente serena e con coscienza limpida rassicurare tutti i cittadini e contribuenti, oltre che i magistrati contabili, che il piano di riequilibrio non solo rispetta perfettamente tutti i parametri, ma anzi è addirittura migliorativo. Sono tutti gli indicatori a smentire la ricostruzione allarmistica. Valgano come termini di paragone i seguenti elementi:

  • La cassa dell’Ente – termometro dello stato di salute finanziaria – è in costante incremento. Il Comune, dopo avere fatto ricorso per anni all’anticipazione di liquidità ha chiuso l’esercizio 2021 con un fondo di cassa di 6,3 milioni ponendo così fine al ricorso al “rosso in banca”;
  • Il ritardo medio di pagamento del Comune di Pescara nell’anno 2021 è pari ad appena 2,9 giorni: un record positivo tra i più virtuosi Comuni italiani;
  • Pescara non ha mai fatto ricorso, pur essendo concesso a tutti gli enti, al cosiddetto “metodo semplificato” nel calcolo dell’accantonamento al Fondo Crediti di dubbia esigibilità. Una scorciatoia che avrebbe permesso di risparmiare in termini di accantonamento almeno 5 milioni di € annui, ma tale possibilità non è più stata consentita a far data dal rendiconto 2020;
  • Pescara non ha mai utilizzato l’accantonamento del Fondo anticipazioni di liquidità per la costituzione del Fondo Crediti di dubbia esigibilità. La prudenza ci ha suggerito di non utilizzare tale escamotage che, guarda caso, è stato poi dichiarato incostituzionale.
I numeri

I numeri, nonostante due anni di pandemia e le conseguenze dirette e indirette, sono migliori rispetto a quelli di inizio dello stato di predissesto risalente a sette anni fa.

Su questi e su altri aspetti l’Amministrazione auspica un incontro con i magistrati contabili per una chiara e serena riflessione.   

 

Fondazione Pescarabruzzo: l’immobile del Lungomare Sud è un altro tassello della strategia di Pescarabruzzo a sostegno dello sviluppo di Pescara

Un foglio locale, nell’edizione del 2.2.2022, interpreta un legittimo investimento obbligazionario della Fondazione come un “aiuto” ad un politico. Ma non dice che quell’investimento obbligazionario, in linea con gli andamenti di mercato, è stato sottoscritto nel 2017 e l’allora rappresentante legale dell’ente emittente il titolo è stato eletto deputato nel collegio dell’Aquila nel 2018. Al riguardo, la Pescarabruzzo non poteva avere il dono della preveggenza.

Quell’investimento, così come altri analoghi, risponde solo ed esclusivamente al principio di gestire il patrimonio della Fondazione nel modo più efficace, conservandone il valore e procurando con professionalità un adeguato rendimento per il perseguimento delle proprie finalità istituzionali.

La Fondazione diversifica i suoi investimenti al fine di minimizzare il rischio e garantire un flusso di risorse necessario alla sua attività di missione statutaria

In questo senso la Fondazione diversifica i suoi investimenti al fine di minimizzare il rischio e garantire un flusso di risorse necessario alla sua attività di missione statutaria. Il portafoglio della Fondazione è attualmente così ripartito: azionario 48,7%, bond corporate 24,7%, bond governativi 7,2%, liquidità 5,7%, alternativi 13,7%. In particolare, le vigenti disposizioni regolamentari e di vigilanza consentono investimenti immobiliari fino al 15% del patrimonio netto.

Anche dopo l’acquisto dell’immobile di Lungomare Papa Giovanni XXIII, il totale degli investimenti immobiliari nel portafoglio della Fondazione incide solo per il 4,4% del consentito, quindi ben al di sotto di quanto consentito dalle disposizioni di legge.

Grazie a questa strategia di ottimizzazione e diversificazione dell’asset allocation, la redditività ordinaria lorda del patrimonio, anche nell’ultimo anno, è in costante aumento, raggiungendo a fine 2021 il 5,4%. La sottoscrizione delle obbligazioni della Dynamin Holding nel 2017 e l’acquisto dell’immobile in questione, sito in un luogo davvero strategico della città, confinante con gli spazi del Porto Turistico, rientrano pienamente nelle strategie regolamentate di investimento della Pescarabruzzo.

Il prezzo di acquisto

Il prezzo di acquisto pari a 3,5 milioni di euro ha subito l’abituale e rigorosa verifica della sua “congruità”, come da severe disposizioni regolamentari. Inoltre, considerata anche la sua valenza rispetto alle finalità di missione istituzionale di cui all’art. 3 del suo Statuto, il Consiglio di Amministrazione della Fondazione ha ritenuto di qualificare l’investimento come “strategico”, nel significato di cui all’art. 12 del “Regolamento per la gestione del suo patrimonio”.

Questa specificazione rafforza ulteriormente la preservazione nel tempo del complesso immobiliare agli usi di interesse generale, in un contesto urbanistico decisivo per il futuro economico e sociale della città di Pescara e della nascente “Nuova Pescara”.

Sul foglio si scrive che…

Sul foglio come richiamato si scrive che: «…un debito non onorato costringa la holding creata da un personaggio pubblico, un parlamentare membro della Commissione di inchiesta su banche e finanza, a cedere un immobile stimato 3,5 milioni alla Fondazione finita nel mirino di quella Commissione».

Tale affermazione è gravemente lesiva della reputazione almeno della Pescarabruzzo, che non ha mai “costretto” nessuno alla vendita del citato immobile, né la presenza dell’On. Martino nella “Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema bancario e finanziario” ha riscontri di attenzioni “speciali” nei confronti della Fondazione, meno che mai a suo favore, come dimostrano l’ascolto e la trascrizione integrale del suo intervento ufficiale nel corso dell’audizione del Prof. Mattoscio dell’11.1.2022, avvenuta nella sede istituzionale richiamata.

 

3 febbraio 2022 tutte le notizie in breve dall’Abruzzo – La provincia di Teramo

Cermignano: tavolo di confronto fra Provincia e Comune ieri

L’ Amministrazione la scorsa settimana aveva richiesto un tavolo di confronto con la Provincia al fine di valutare l’attuale situazione della viabilità sul nostro territorio.
Ieri si svolto l’incontro in comune alla presenza del Presidente della Provincia di Teramo, Diego Di Bonaventura, del Dirigente del Settore Viabilita’ Ing. Ranieri e dei responsabili di settore della viabilita’ provinciale.
Gli interventi previsti:
SP Saputelli-Poggio Delle Rose – Dissesto idrogeologico Euro 2.000.000, SP Saputelli di sopra 1° Intervento franaEuro 631.390, SP Saputelli di sopra 2° intervento frana Euro 443.850, DM 49/2001 Asfalti SP 36/a Saputelli – Poggio Delle Rose Euro 573.463,23 e Strada Provinciale SP23/D Montegualtieri
Euro 100.000.
Siamo soddisfatti della disponibilità e dell’impegno manifestato dall’Ente, rappresentato dal Presidente della Provincia Diego Di Bonaventura”.
 

Pineto: covid-19, nuova giornata dedicata alle vaccinazioni

A Pineto, in accordo con la Asl di Teramo, è in programma domenica 6 febbraio 2022 una nuova giornata dedicata alle vaccinazioni per limitare il contagio da Covid-19.

Le vaccinazioni, riservate agli over 12 anni per la prima, seconda o terza dose, si terranno nella Palestra comunale in via Filiani il 6 febbraio 2022 dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.

È necessario prenotarsi sul portale di registrazione e scaricare il modulo che dovrà essere pre-compilato e consegnato insieme al tesserino sanitario e al certificato della precedente vaccinazione.

Ad agevolare le operazioni nelle giornate indicate saranno presenti, oltre agli operatori sanitari, anche volontari della Protezione Civile e del Pros Onlus.

Per informazioni si può scrivere alla mail: vaccini@comune.pineto.te.it.

I ringraziamenti

Si ringraziano tutti gli operatori sanitari e i volontari che si sono messi e si stanno mettendo a disposizione per questa ulteriore giornata di prevenzione, in particolare i volontari del Pros Onlus e della Protezione Civile, i dipendenti comunali, la Polizia Locale, la Farmacia Comunale e la Asl di Teramo.

L’accesso è consentito esclusivamente con prenotazione online, registrandosi ci sono fasce orarie di riferimento, fino a esaurimento posti.

Occorre recarsi nella Palestra comunale nella fascia oraria indicata per un regolare svolgimento delle operazioni.

A chi sono aperti i vaccini

I vaccini sono aperti non solo per quanti devono fare la terza dose, ma anche chi vuole vaccinarsi per la prima volta contro il Covid o per chi necessita della seconda o terza dose.

L’Amministrazione Comunale ha lavorato per ripetere queste giornate e per regolarne la fruizione al meglio, i contagi in forte crescita in questo periodo richiedono di vaccinarsi per limitare la diffusione del virus.

Quanto al dato dei positivi al Covid-19 residenti nel territorio di Pineto sono 1068, 6 dei quali sono ricoverati in ospedale, tutti gli altri sono in isolamento domiciliare in condizioni di salute buone o con sintomi lievi.

Le fasce di età

Quanto alle fasce d’età: i positivi tra 0-10 anni sono 168, tra 11 e 20 anni 167; 133 tra 21 e 30 anni, 164 tra 31 e 40 anni, tra 40 e 50 anni 181; tra 50 e 60 anni 127. Tra 61 e 70 anni ci sono 62 positivi, 43 persone positive hanno tra 71 e 80 anni, 23 persone tra 81 e 90 anni.

A loro va l’augurio di una rapida guarigione.

A tutti i cittadini si raccomanda di rispettare rigorosamente tutte le misure anti-contagio attualmente in vigore: mascherina anche all’aperto, distanziamento interpersonale, frequente igiene delle mani e di vaccinarsi.

 

Roseto degli Abruzzi: sabato 5 febbraio riapre il centro anziani

A darne notizia è la pagina facebook Città di Roseto degli Abruzzi.

 

Teramo: Dichiarazioni del Sindaco Gianguido D’Alberto sul servizio idrico

Servizio idrico, i sindaci: “Noi abbiamo fatto la nostra parte, adesso il Ruzzo corregga il tiro

Il nostro unico obiettivo è stato sempre e solo quello di tutelare la gestione pubblica dell’acqua, e perquesto oggi abbiamo condiviso un indirizzo che ribadisce la volontà di procedere con l’affidamento in house alla Ruzzo Reti, evitando così il rischio di andare verso il gestore unico a livello regionale o, peggio, versoforme di gestione privata. Adesso, però, proprio per consentire che questo avvenga, la Ruzzo Reti deve assolutamente cambiare rotta, ripristinare una gestione equilibrata con l’abbattimento dei costi e consegnare all’Ersi i documenti richiesti”.

Così i sindaci di Teramo Gianguido D’Alberto, di Mosciano Giuliano Galiffi, di Castiglione Messer Raimondo Vincenzo D’Ercole, di Pineto Robert Verrocchio, di Castelli Rinaldo Seca, di Bellante Giovanni Melchiorre, di Crognaleto Giuseppe D’Alonzo, di Pietracamela Antonio Villani, di Torano Nuovo Anna Ciammariconi, di Sant’Omero Andrea Luzii e l’assessore delegato del Comune di Controguerra Mauro Scarpantonio, al termine dell’assemblea dell’Assi (Assemblea dei Sindaci per il Servizio Idrico Integrato) che si è svolta questa mattina nella sala polifunzionale della Provincia.

I rilievi mossi dall’Ersi alla società acquedottistica rispetto alla possibile tenuta dell’equilibrio economico finanziario della gestione

A preoccupare i primi cittadini sono i rilievi mossi dall’Ersi alla società acquedottistica rispetto alla possibile tenuta dell’equilibrio economico finanziario della gestione, aspetto che potrebbe mettere a rischio la concessione. Sul tavolo, per quanto riguarda le annualità 2019-202-2021, ci sono in particolare le spese per le consulenze, pari a oltre due milioni di euro, quelle per le esternalizzazioni con un affidamento alle cooperative, pari a un milione di euro, e il costo, particolarmente alto, per il ricorso al personale interinale e per l’incremento dei livelli.

I costi di gestione

Proprio i costi di gestione, che la tariffa approvata da Arera non riuscirebbe a coprire completamente, metterebbero a rischio l’equilibrio economico finanziario. Da qui la richiesta e contestuale diffida a trasmettere dati e informazioni contabili sul personale rivolta dall’Ersi alla Ruzzo Reti.

Tra questi, il numero dei dipendenti a tempo determinato, indeterminato e in somministrazione nei tre anni interessati e il costo totale degli straordinari per anno, il livello di inquadramento e le mansioni dei dipendenti, il numero di progressioni verticali, premi emolumenti e incentivi, il numero e il tipo di contenziosi relativi al personale, l’elenco dei contratti di appalto per servizi relativi alla fornitura di manodopera.

Le dichiarazioni del Sindaco di Teramo

Siamo tutti d’accordo sul fatto che dobbiamo tutelare la gestione pubblica dell’acqua e garantire territorialmente il nostro acquedotto – evidenzia il sindaco Gianguido D’Albertoil problema è che non basta dichiararlo.

Tutti vogliamo l’affidamento in house e tutti vogliamo che la gestione resti alla Ruzzo Reti, ma come rendiamo credibile questa nostra volontà se non andiamo ad intervenire sulle criticità di cui parliamo da anni e che ancora oggi ci sono?”.

Il primo cittadino di Teramo evidenzia come i problemi sollevati dall’Ersi, e questa mattina non affrontati nel dettaglio, siano noti da tempo e come l’assemblea dell’Assi sia stata convocata “tardivamente dal presidente della Provincia Diego Di Bonaventura” a fronte dei problemi sul tavolo.

Ulteriori dichiarazioni del Sindaco di Teramo

Dal controllo svolto dall’Ersi, che voglio ricordare lo effettua per conto dei sindaci, che sono i soci della Ruzzo Reti – continua D’Alberto – si evince non solo come i costi di gestione continuino ad essere elevati e non coperti dalla tariffa ma anche come quella della riduzione dei debiti sia solo una favola. Se nel 2018 erano infatti pari a 97.759.032 euro, nel 2020 sono lievitati a 113.603.976.

Una situazione a fronte della quale per essere credibili dobbiamo capire come risolvere queste criticità. Perché non è vero, come qualcuno sostiene, che l’equilibrio economico finanziario si evince dal bilancio. Sappiamo tutti benissimo che si tratta di due cose diverse.

Noi sindaci abbiamo fatto la nostra parte, adesso tocca alla Ruzzo Reti, che deve inviare all’Ersi la documentazione richiesta e aprire un confronto per trovare soluzioni.

Per quanto ci concerne,trascorsi i 20 giorni stabiliti nella diffida per la trasmissione della documentazione, sarà nostra premura verificare il relativo adempimento da parte della Ruzzo Reti”.

 

Le news in breve dei giorni precedenti:

02 febbraio 2022

01 febbraio 2022

31 gennaio 2022

30 gennaio 2022

29 gennaio 2022

28 gennaio 2022

27 gennaio 2022

26 gennaio 2022

25 gennaio 2022

24 gennaio 2022

Consulta il nostro Calendario Eventi

Segui la pagina Facebook AbruzzoOggi

Torna alla Homepage AbruzzoOggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA


AbruzzoOggi.it 👉 Testata Registrata Trib. Chieti Decreto 27/21 15/01/2021 - Iscrizione ROC 12116/2021 10/03/2021
Direttore Responsabile: Marco Vittoria
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana
Call Now Button