Bomba Comune delibera esecuzione variante al P.R.E. foto

Bomba: Comune delibera esecuzione variante al P.R.E.

Bomba: Il Comune delibera l’esecuzione di una variante al P.R.E..

La Giunta Comunale del Comune di Bomba (Sindaco Raffaele Nasuti) ha deliberato la richiesta di un contributo finanziario alla Regione Abruzzo per la redazione della variante al Piano Regolatore Esecutivo vigente.

Infatti l’Amministrazione Comunale fin dal 2008 ha ravvisato l’esigenza di dotare il proprio territorio di un nuovo strumento urbanistico. Questo infatti non era mai attuato (forse anche per mancanza di fondi).

Bomba: Il Comune delibera l’esecuzione di una variante al P.R.E. – i dettagli

Ormai l’attuale vigente Piano Regolatore Esecutivo appare sempre più obsoleto e non più rispondente né alle nuove linee programmatiche dell’attuale amministrazione comunale, né alle nuove realtà territoriali ed alle nuove insorgenze economiche.

Infatti l’attuale P.R.E. reca la data di adozione del 21/05/2005.

Il piano regolatore, specie nei piccoli centri, costituisce uno dei fondamentali strumenti della vita socio-economica. Da esso infatti scaturiscono oltre che le opere pubbliche, facilmente programmabili, anche i desiderata dei privati in materia edilizia.

L’edilizia, infatti, rappresenta il principale motore economico dell’intera società. Attraverso una sua sana programmazione riesce infatti a soddisfare le esigenze abitative e delle attività artigianali, turistiche ed economiche dei piccoli centri.

L’assetto urbanistico di Bomba

L’assetto urbanistico di Bomba, negli ultimi anni, ha visto un suo mutamento di destinazione. Sono stati infatti favoriti gli insediamenti turistici collegandoli alle pecuriali possibilità che il lago e il territorio offrono.

Del resto il piccolo, grande Comune quasi al centro  dell’intera vallata del Sangro risente soprattutto dello sviluppo industriale che ha avuto la zona con l’insediamento della Sevel e di tante altre attività ad essa collegate e non.

Di qui l’esigenza di una attenta analisi dell’attuale situazione territoriale ed una sana programmazione futura che solo una variante al Piano Regolatore Esecutivo può dare oggi.

La richiesta di un contributo alla Regione Abruzzo per la pianificazione urbanistica

In questo quadro, pertanto, appare più che legittima la recente deliberazione della Giunta Comunale di Bomba, in data 23 novembre u.s., con la quale il Comune richiede alla Regione Abruzzo un contributo per la pianificazione urbanistica, ai sensi della Legge Regionale 18/1983.

Nella stessa delibera la Giunta ha stabilito di impegnarsi a concludere il procedimento di adozione dello strumento urbanistico entro 12 mesi dalla comunicazione della concessione del finanziamento.

Il Responsabile Unico del Procedimento

Inoltre ha nominato Responsabile Unico del Procedimento il Geom. Di Gregorio Francesco.

Per la redazione della predetta variante si prevede un costo complessivo di euro 17.128,80, comprendente le spese di urbanistica, geologia, ambiente e altri oneri collaterali.

 

Foto tratta dalla pagina facebook del Comune di Bomba

Edit: redazione di Abruzzo Oggi

Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana