Pollutri ordinanza su acqua potabile del 30 aprile 2020 foto

Pollutri ordinanza su acqua potabile del 30 aprile 2020

Pollutri ordinanza del Sindaco su acqua potabile del 30 aprile 2020.

Il Sindaco del Comune di Pollutri, Nicola Mario Di Carlo, ha emesso l’ordinanza n. 10 in data 30 aprile 2020, che  regolamenta l’utilizzo dell’acqua potabile nel proprio Comune.

Il provvedimento è reso necessario dalla passata stagione le cui condizioni climatiche hanno fatto registrare una scarsa presenza di precipitazioni atmosferiche.

Pollutri ordinanza su acqua potabile del 30 aprile 2020

I serbatoi di adduzione debbono restare a livelli accettabili e svolgere la propria funzione di normale erogazione del servizio.

Pertanto, al fine di garantire una normale erogazione dell’acqua potabile sono state disposte le seguenti disposizioni.

Dal 30 aprile 2020 e fino al 1 ottobre 2020 è stabilito il divieto di prelevare l’acqua potabile dalla rete idrica pubblica per usi non prettamente domestici.

In particolare sono vietate l’irrigazione e l’innaffiamento di campi, orti e giardini privati; il lavaggio di veicoli di qualsiasi genere, cortili, piazze e strade private non legate ad attività economiche.

L’invito del Sindaco alla cittadinanza ad evitare inutili sprechi

Il Sindaco ha invitato la cittadinanza ad evitare inutili sprechi e ad un utilizzo razionale e corretto dell’acqua.

Ha altresì invitato a limitare il flusso durante le operazione di lavaggio cibi e igiene quotidiana e l’installazione di dispositivi di risparmio idrico.

Avverte che è ritenuta di estrema importanza la collaborazione attiva di tutti i cittadini.

I trasgressori saranno sanzionati con le modalità previste dalla legge, ai sensi del vigente regolamento riguardanti le sanzioni amministrative previste per le violazioni ai regolamenti comunali e alle ordinanze del Sindaco.

Alla Polizia Municipale è demandato il compito di vigilare sull’esatta applicazione dell’ordinanza sindacale.

E’ appena il caso di ricordare che l’E.R.S.I. (Ente Regionale per il Servizio Idrico Integrato) con lettera protocollo n. 859 del 02/02/2020 aveva già  segnalato a tutti i Sindaci della Regione Abruzzo “di assumere provvedimenti volti a sostenere il risparmio, e il corretto uso delle risorse idriche destinate al consumo umano”.

La SASI ha già  iniziato  le operazioni di razionamento dell’acqua potabile in quindici comuni della zona del vastese.

 

Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana