Balsorano finanziamenti per l’edilizia scolastica foto

Balsorano: finanziamenti per l’edilizia scolastica

Balsorano: finanziamenti per l’edilizia scolastica.

Il nuovo anno inizia sotto buoni auspici per l’Amministrazione Comunale di Balsorano.

Balsorano: ottenuti finanziamenti per l’edilizia scolastica – tutti i dettagli

Il Comune di Balsorano ha ottenuto un finanziamento di € 994.913,63 da destinare all’adeguamento sismico e impiantistico della locale Scuola dell’Infanzia.

Ne ha dato l’annuncio il Sindaco e l’Amministrazione comunale su facebook  del Comune.

Un risultato amministrativo molto significativo per l’edilizia scolastica locale, inserito nell’ambito della programmazione nazionale  triennale 2018-1020.

Nella stessa area verrà realizzato l’asilo nido con Il finanziamento di € 600.000,00 già ottenuto con Fondi PNRR- Missione 4 Investimento 1.1: “Piano per asili nido e scuole dell’infanzia e servizi di educazione e cura per la prima infanzia”

Successo su tutta la linea politica, quindi.

Una struttura antisismica, confortevole e innovativa

Balsorano avrà finalmente una struttura antisismica, confortevole e innovativa che permetterà ai suoi piccoli cittadini di avere strumenti formativi e pedagogici altamente qualificati.

Una scuola moderna, pratica e perfettamente funzionale, ma, soprattutto, sicura.

L’edilizia scolastica, oggi, ha anche lo scopo di favorire la permanenza del personale docente, degli alunni e degli addetti ai lavori in linea con i principi di una sana educazione del cittadino di domani.

L’attuale Amministrazione Comunale

L’attuale Amministrazione Comunale ha la seguente composizione:

  • Sindaco: Antonella Buffone;
  • Assessori: Enrico Fantauzzi, Annunziata Margani, Marco Mastropietro e Gianni Valentini;
  • Consiglieri Comunali (in ordine alfabetico): Annunziata Margani, Enrico Fantauzzi, Erica Gismondi,Francesco Tuzi, Gianluigi Croce, Gianni Valentini, Giovanni Tuzi, Marco Mastropietro, Massimo Antonini, Pietro Fantauzzi,  Romina Margani, Veronica Venditti.

Il paese

Il Comune di Balsorano ha la caratteristica urbanistica di avere due centri: Balsorano Vecchio e Balsorano Nuovo.

Infatti, dopo il terribile terremoto del 1915 la popolazione locale abbandonò le abitazioni danneggiate o distrutte e ricostruì la cittadina più a valle, ma i loro affetti rimasero tutti attaccati lassù, a quel castello che domina la valle Roveto.

Il duca Antonio Todeschini Piccolomini il 1460  costruì il Castello sul Monte Breccioso, sulla  riva sinistra del fiume Liri e il paese subì il fenomeno dell’incastellamento medioevale, con case abbarbicate ai piedi del predetto Castello.

Nella seconda metà del 1400 Antonio Piccolomini divenne proprietario del Castello su concessione del Papa Pio II.

La famiglia Piccolomini mantenne il possesso del Castello fino al 1720, con il relativo stemma delle tre mezzelune,  

Infatti il Barone Testa in quell’anno ne divenne proprietario.

Ai primi del 1800 gli subentrò un industriale cartiero francese: Carlo Lefebvre.

Nel 1850 a quest’ultimi successero don Pedro Alvarez del Toledo e poi i nobili Fiastri-Zanelli .

Questi ultimi eseguirono lavori di restauro del Castello rendendolo abitabile in ogni vano.

Il Castello Piccolomini ha le linee tipiche di queste costruzioni medioevali: a pianta pentagonale, irregolare, cortile interno  con cinta muraria perimetrale (oggi divenuto un belvedere) con  torri cilindriche ad ogni angolo e un cortile interno.

La struttura aveva lo scopo di proteggere la Valle Roveto e la parte che guarda verso Sora.

Oggi l’intero stabile ha destinazione d’uso come albergo – rsistorante, con vani che conservano l’antico splendore.

 

Consulta il nostro Calendario Eventi

Poi segui la pagina Facebook AbruzzoOggi

Infine dai uno sguardo alle altre news sulla Homepage AbruzzoOggi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA


AbruzzoOggi.it 👉 Testata Registrata Trib. Chieti Decreto 27/21 15/01/2021 - Iscrizione ROC 12116/2021 10/03/2021
Direttore Responsabile: Marco Vittoria
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana
Call Now Button