Città Sant’Angelo rimozione rifiuti lungo scarpate foto

Città Sant’Angelo: rimozione rifiuti lungo scarpate

Città Sant’Angelo: rimozione rifiuti lungo scarpate strada provinciale.

Continua la lotta del Comune di Città Sant’Angelo contro l’abbandono indiscriminato di rifiuti solidi urbani in discariche abusive presenti nel territorio.

L’abbandono dei rifiuti, oltre che dare un’immagine distorta del Comune, causa anche inquinamenti ambientali ed inconvenienti igienico-sanitari.

Città Sant’Angelo: rimozione rifiuti lungo scarpate – l’attuale legislazione

L’attuale legislazione vigente considera l’abbandono dei rifiuti un reato punibile, con una multa fino a euro 3.000 e, in determinati casi da valutare a cura dell’Autorità Giudiziaria, anche l’arresto.

Quest’ultima ipotesi si  collega alla reiterazione del reato, oppure se i rifiuti si abbandonano durante lo svolgimento di un’attività professionale.

In questi casi l’articolo 256 del Testo Unico Ambientale prevede la detenzione da  tre mesi  fino a un anno e l’ammenda da 2600 a 26000 euro se in rifiuti non sono pericolosi.

Se i rifiuti sono dichiarati pericolosi, il loro abbandono può causare la detenzione da sei mesi a due anni e l’ammenda da euro 2600 a 26.000.

La collaborazione fra l’Amministrazione Provinciale di Pescara, il Comune di Città Sant’Angelo e la Società Ambiente S.p.a.

La collaborazione fra l’Amministrazione Provinciale di Pescara, il Comune di Città Sant’Angelo e la Società Ambiente S.p.a. ha portato  all’inizio dei lavori di recupero e smaltimento dei rifiuti dalle discariche abusive esistenti lungo le scarpate della strada provinciale n. 2.

Le discariche esistono da molto tempo e i punti sono stati ben individuati e, per la prima volta, parte l’operazione di rimozione dei rifiuti presenti.

Inoltre l’Amministrazione Provinciale ha installato apposite recinzioni che, per il futuro, impedirà l’esecuzione di abbandono di rifiuti in maniera  sconsiderata.

Le dichiarazioni dell’Assessore all’Igiene Urbano, Simona Rapagnetta

In merito ai lavori incorso,l’Assessore all’Igiene Urbano, Simona Rapagnetta ha dichiarato: “È una grande soddisfazione veder concretizzati questi interventi risolutivi, per quanto riguarda le discariche abusive. Il tratto di competenza, fa riferimento alla Provincia ma, grazie alla sinergia tra i due enti e Ambiente spa, finalmente, non sarà più possibile invadere la strada con i rifiuti. Avevamo già detto in Consiglio Comunale che saremmo intervenuti per debellare questo malcostume di qualche incivile. Resta però, l’appello a tutti a quei pochi cittadini di prendere come esempio, lo straordinario senso civico della maggior parte della popolazione”.

Le dichiarazioni del Sindaco Matteo Perazzetti

Alla stessa dichiarazione si associa anche il Sindaco Matteo Perazzetti:

“Un grazie di cuore alla Provincia di Pescara e ad Ambiente spa, a dimostrazione del fatto che quando si collabora e si vuole realmente intervenire, tutto è possibile. Le discariche insistevano in quei tratti, ormai da troppi anni, senza che mai nessuno facesse qualcosa di concreto. L’installazione di queste recinzioni, servirà a far desistere queste poche persone incivili ma che creavano un serio danno all’ambiente”.

Un solo auspicio: che il fenomeno non si ripeta per il futuro. La tutela dell’ambiente ed il suo rispetto,oltre che un sacrosanto diritto, costiusce un dovere civico per i cittadini.

 

Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana