FLA - Acerbo 2022

FLA – Acerbo 2022: parlano Di Michele e D’Aquino

FLA  + Tito Acerbo = Reading Revolution 2022

Reading Revolution 2022 è il progetto nato e sviluppato dall’unione d’intenti tra il FLA, Festival di Libri e Altrecose, ed il Tito Acerbo. Abbiamo avuto il piacere di intervistare il preside dell’Istituto ed il Direttore del Festival.

 

Carlo Di Michele preside del Tito Acerbo di Pescara

Carlo Di Michele, preside dell’ITC Tito Acerbo con sede a Pescara, ha commentato ai nostri microfoni l’edizione 2022 del progetto unitario FLA – Acerbo

D: Signor Preside, il Tito Acerbo, istituto tecnico, ha abbracciato la cultura del FLA; che risposta ha notato da parte dei ragazzi?

R: C’è stata una risposta entusiasta perché questo progetto, che ha come focus la lettura, è una rivoluzione. Sembra che oggi leggere sia passato di moda, invece, attraverso l’incontro con l’autore, con gli esperti, che hanno aiutato a leggere alcuni grandi temi della vita quotidiana come opzione tecnologica la green economy, quindi temi di grande attualità, anche poi vicini ai percorsi che i nostri ragazzi, l’hanno reso questa esperienza molto più dinamica e coinvolgente. Tutti quanti noi abbiamo scoperto che i ragazzi se aiutati, se coinvolti, leggono e da questa lettura vengono fuori domande, osservazioni e quello spirito critico che è una delle caratteristiche più importanti dell’educazione dei giovani.

 

Tito Acerbo un Istituto tecnologico

D: Nel corso della conferenza ha accennato all’argomento podcast. Spesso la scuola è accostata ad un luogo non al passo coi tempi, invece, le sue parole dipingono un’Istituto “tecnologico”. Un commento sul rapporto scuola / tecnologia.

R: L’Istituto Tito Acerbo è molto innovativo da questo punto di vista abbiamo laboratori all’avanguardia; utilizziamo sistematicamente tutta una serie di strumenti: dalla tradizionale lavagna interattiva, che ormai è in tutte le classi, alle forme innovative di didattica. La tecnologia non va demonizzata; è vero che spesso genera dipendenza, ma lo scopo della scuola è proprio aiutare i ragazzi a capire, a recuperare il loro uso. Quindi ben vengano gli strumenti tecnologici, ben venga un’educazione sull’uso consapevole, anche per sviluppare tutte le potenzialità che essi hanno. C’è la possibilità di acquisire materiali, incontrare persone in remoto, quindi una ricchezza che prima era impensabile. Ma naturalmente tutto questo va guidato, dal rapporto con gli insegnanti; perché altrimenti, diventa un uso acritico, passivo e ed è il contrario di quello che noi vogliamo ottenere.

 

Vincenzo D’Aquino direttore del FLA

Il direttore Vincenzo D’Aquino ci ha consegnato il suo commento sul progetto Reading Revolution 2022 nato dalla collaborazione FLATito Acerbo.

D: Spesso i ragazzi vanno a scuola, ma sono un po’ svogliati, soprattutto nella lettura; quindi questo accostamento FLA scuola poteva sembrare un po’ azzardato. Direttore qual è il Suo responso sul progetto Reading Revolution 2022.

R: Che in realtà quando fai delle proposte interessanti la risposta è sempre ottima, e non vale soltanto per i ragazzi, ma vale in generale. È una lezione che abbiamo imparato quando abbiamo cominciato a costruire il programma del Festival; anche per il Festival inizialmente si diceva la stessa cosa: la gente legge poco. Fare un Festival di libri era una scommessa difficile ma nella realtà è anche la qualità dell’offerta che crea la domanda; se proponi cose belle piano piano i ragazzi, ma anche gli adulti, le cercano e vogliono quelle. 

 

Consulta il nostro Calendario Eventi

Segui la pagina Facebook AbruzzoOggi

Torna alla Homepage AbruzzoOggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA


AbruzzoOggi.it 👉 Testata Registrata Trib. Chieti Decreto 27/21 15/01/2021 - Iscrizione ROC 12116/2021 10/03/2021
Direttore Responsabile: Marco Vittoria
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana
Call Now Button