Il messaggio del sindaco di Pescara

Il messaggio del Sindaco di Pescara dell’8 aprile

Il messaggio del Sindaco di Pescara, Carlo Masci dell’8 aprile, ai suoi concittadini.

E’ stato un messaggio di poco più di due minuti che il Sindaco Carlo Masci ha voluto condividere sulla sua pagina Facebook ufficiale.

Noi lo abbiamo trascritto qui di seguito per voi.

Il messaggio del sindaco di Pescara dell’8 aprile

Cari pescaresi, la nostra riviera, la nostra spiaggia, il ponte del mare sono molto più che cartoline della nostra città. Sono elementi d’identità, descrivono la nostra appartenenza, il nostro stile di vita, il piacere di stare insieme e di condividere le bellezze della città. Ve lo dice uno di voi, che ama Pescara. La pandemia di coronavirus ci ha costretti e continua a costringerci a rinunciare a tutto questo”.

Con il messaggio dell’8 aprile il sindaco di Pescara parla dell’ordinanza con cui introduce nuove restrizioni in vista delle vacanze pasquali

“Non possiamo, non dobbiamo, soprattutto adesso che la primavera ci regala queste splendide giornate. Troviamo in noi stessi la forza di una scelta di responsabilità, a non uscire e a rimanere a casa. Molti di voi lo stanno facendo lodevolmente, altri no. Per coloro che nonostante tutto ritengono di potersi riappropriare della normalità con comportamenti che avrebbero conseguenze gravissime nella lotta al contagio, abbiamo concordato con il Sindaco di Montesilvano, il Prefetto e il Questore, un’ordinanza che ha vigore per tutto il periodo pasquale, da venerdì 10 a lunedì 13 aprile.”

I divieti

“E’ vietato in questi giorni frequentare la spiaggia, i marciapiedi lungo la riviera, il ponte del mare, il porto turistico e la golena, la strada parco e le aree verdi litoranee e collinari al di fuori delle già previste chiusure dei parchi cittadini. Il controllo sarà effettuato anche dall’alto con i droni in dotazione alle pattuglie della polizia municipale. Raccomando a tutti che nel periodo delle festività pasquali vanno evitati in ogni modo ritrovi e raduni conviviali, negli appartamenti e nei giardini e parchi condominiali”.

Coronavirus – un’emergenza serissima

Non dimentichiamo neanche per un momento  che stiamo attraversando un’emergenza serissima che ha richiesto e continua a richiedere misure eccezionali per contenere e impedire ogni forma di contagio. Troppi pescaresi si sono ammalati per questo maledetto virus e altri ci hanno lasciati, colpendoci nella sfera familiare, delle amicizie e degli affetti. L’unica forma efficace di lotta al covid-19 è il distanziamento sociale, come raccomandato dalle massime autorità nazionali e internazionali. Non è tempo di scampagnate e di pic-nic. Abbiamo il dovere di resistere ancora un po’.Stiamo uniti, anche se siamo lontani!”.

La perdita di un caro amico

Proprio il giorno precedente Carlo Masci aveva voluto esternare i suoi sentimenti per la perdita di un caro amico. Proprio a causa del coronavirus, che continua a mietere vittime anche a Pescara e dintorni.

Ora si spera che la popolazione capisca che davvero “non è tempo è tempo di scampagnate e di pic-nic” perché solo così si potrà sconfiggere questo mortale nemico invisibile. 

L’ appello e l’invito accorato e responsabile fatto dal Sindaco Carlo Masci e in linea con i suggerimenti delle Autorità Sanitarie, la sua osservanza contribuirà a vincere la guerra contro il coronavirus.

Foto tratta dalla pagina Facebook di Carlo Masci

Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana