Pescara inaugurata Piazza Caduti del Mare foto

Pescara: inaugurata Piazza Caduti del Mare

Pescara: inaugurata Piazza Caduti del Mare con una cerimonia all’insegna della semplicità. È stata inaugurata la Piazza caduti del Mare, progettata dall’Architetto Franco Summa, recentemente scomparso.

Abruzzo oggi ha già parlato di questa opera dell’insigne Maestro in un altro articolo.

Certamente oggi la piazza costituisce un vero e naturale monumento alla Marineria di Pescara e non solo, io direi all’intero mondo dei lavoratori del Mare e di tanti altri eroi che vi hanno perso la vita.

Com’è dolce l’immagine delle donne che salutano i propri cari all’alba, quando le loro “paranze” lasciano il porto per andare al largo a pescare… E come è altrettanto dolce l’immagine del tramonto e dell’attesa del loro ritorno…

Pescara: inaugurata Piazza Caduti del Mare

Infatti oggi Piazza Caduti del Mare non è solo testimonianza è anche prova della vita che continua, con i bimbi e le famiglie che potranno godere di questo bellissimo spazio. Le piazze costituiscono infatti un luogo di aggregazione fra i più importanti in ogni città o paese.

Riportiamo pertanto, con grande emozione e soddisfazione, la dichiarazione del Sindaco Carlo Masci, con l’augurio e la certezza  che la Sua opera dia veramente a Pescara quello che ha promesso: tante altre piazze.

Le dichiarazioni stampa del Sindaco Carlo Masci

Ogni volta che attraverseremo questa piazza, ogni volta che vedremo questi colori penseremo a Franco Summa, perché oggi la sua arte è qui,il suo pensiero è qui, la sua anima e qui.

Egli ha rappresentato tanto per questa città e per la storia della sua architettura; da oggi Piazza Caduti del Mare è la sua piazza, uno dei suoi “regali” alla comunità cui sentiva profondamente di appartenere.

Questo luogo deve rappresentare una testimonianza di quanto sia stato e dovrà restare forte il legame con il Maestro ma anche con il ricordo di tutti coloro che hanno perso in mare la vita, il bene più prezioso, in una città e in un quartiere storicamente legati all’attività e alla cultura marinara”.

Quella della marineria è un’altra storia importante della nostra Pescara

“Quella della marineria è un’altra storia importante della nostra Pescara, quella dei pescatori che sfidano le onde ogni giorno e ogni notte per portare a casa il frutto del loro lavoro.

Mi preme in questa circostanza ringraziare tutti coloro che si sono impegnati e hanno lavorato per realizzare ciò che oggi vediamo, l’impresa, le maestranze e i tecnici del Comune che hanno lavorato e su questa piazza hanno sudato.

Ma oggi mi preme sottolineare ancora una volta un principio che è alla base della mia azione di sindaco, quello della continuità amministrativa che per me è “un valore”; la buona amministrazione è quella che sa prendere quanto riceve “di buono” da chi è venuto prima e sa portarlo avanti senza soluzione di continuità, perché la buona politica è fatta di idee, di progetti e di opere che vanno completate e realizzate per il bene della comunità”.

Piazza Caduti del Mare

“Qui c’è del buono, perché in Piazza Caduti del Mare si incontrano le mamme e i bambini per socializzare e per giocare, perché qui si realizza il momento di integrazione e di socializzazione della comunità, del confronto e del dialogo.

Di piazze ne faremo altre, con questo stesso spirito!

Quest’inaugurazione è quindi ancora più importante, perché lancia un segnale di ripresa dopo mesi di isolamento e di difficoltà dovute all’epidemia, durante i quali ci è stato precluso ogni rapporto o relazione sociale.

Abbiate cura di questa piazza, controllatela e vivetela come fosse il salotto di casa vostra, nel vostro interesse e nell’interesse di Pescara! Grazie”.

 

Fonte foto principale: ufficio stampa Comune di Pescara

Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana