Pescara Parco depurativo acque - le novità foto

Pescara: Parco depurativo acque – le novità 2021

Pescara: Parco depurativo acque – tutte le novità per il 2021

Uno dei problemi più grandi che attanaglia le grandi città è sicuramente quello del trattamento delle acque reflue e della relativa depurazione.

Pescara: Parco depurativo acque – tutte le novità e la risoluzione dei problemi entro l’estate 2021

Pescara già possiede un proprio impianto di depurazione, ma la crescita della città, la variazione delle condizioni economiche, l’incremento della presenza di industrie, l’espansione urbanistica,  hanno evidenziato la necessità di creare altri impianti di depurazione.

Il Sindaco Carlo Masci ha quindi affrontato il problema nel migliore dei modi: ha portato in un tavolo tecnico amministrativo e politico tutti gli interessati al problema. Dalla riunione è infatti scaturito li comunicato stampa che segue.

Il comunicato stampa

“Entro l’estate 2021 Pescara risolverà la maggior parte dei problemi legati alla depurazione delle acque di Pescara. Nella riunione tecnica convocata dal Sindaco e tenutasi oggi in Comune, nella quale erano presenti il direttore generale  Arch. Tommaso Vespasiano, il capo di Gabinetto  dott. Guido Dezio, l’assessore con delega al Mare e al Fiume Nicoletta Di Nisio, la dirigente del Settore Ambiente e Verde  arch. Emilia Fino,  l’ing. Lorenzo Livello (ACA SpA), la dott.ssa Adelina Stella (ASL), la dott.ssa Emanuela Scamosci e il dott. Massimo Petrini (ARTA Pescara), l’ing. Alessandro Antonucci (ERSI) e l’ing. Lucio Pulini, è stata evidenziata la ripresa delle procedure che porteranno alle gare e ai conseguenti lavori per la realizzazione delle vasche di prima pioggia situate sul territorio comunale”.

Le prime vasche

“Le  prime vasche in dirittura di arrivo saranno  quelle situate in via Bardet, Via Mainarde, Lungofiume dei Poeti e via Ombrone e permetteranno di migliorare le modalità di depurazione delle acque nere, nell’ambito del  progetto che prevede lavori per 32 milioni di euro con il raddoppio della capacità depurativa e  la realizzazione di un parco depurativo formato  da complessive 9 vasche di raccolta e disinfezione. Dalla riunione è emerso che con   la costruzione di queste prime quattro vasche entro la primavera prossima verrà eliminato l’80% della criticità legata alla depurazione cittadina”.

 

Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana