La prossima stagione balneare in Abruzzo sarà diversa foto

La prossima stagione balneare in Abruzzo sarà diversa

La prossima stagione balneare in Abruzzo sarà diversa dal solito: lo ha reso noto l’Assessore Nicola Campitelli.

L’Assessore della Regione Abruzzo Nicola Campitelli ha infatti diffuso, tramite il sito istituzionale della Regione Abruzzo, il seguente comunicato, in cui osserva come la prossima stagione balneare in Abruzzo sarà un po’ diversa.

Inoltre ricorda le norme fondamentali da rispettare per fruire dei servizi balneari.

La prossima stagione balneare in Abruzzo sarà diversa – le dichiarazioni del l’Assessore Nicola Campitelli

Pescara, 30 mag. L’assessore al demanio marittimo, Nicola Campitelli, torna ad affrontare il tema della riapertura delle spiagge abruzzesi. «Secondo alcune notizie che sono circolate nei giorni scorsi in merito all’uso delle spiagge – precisa l’Assessore Nicola Campitelli – in Abruzzo, come tutti gli anni passati, la stagione balneare è stata aperta il 1 marzo. Se non ci fosse stato il lockdown, i complessi balneari, come in passato – osserva – avrebbero potuto mettere a disposizione della clientela l’attrezzatura balneare. Ieri, il Dipartimento del Territorio-Ambiente, con l’ordinanza n. 114/2020, ha adeguato il precedente provvedimento, emesso a febbraio, alle norme ed esigenze dell’emergenza covid-19. Le strutture balneari che hanno già ultimato l’allestimento delle spiagge potranno, sin da adesso, assicurare il servizio in spiaggia, mentre è stato derogato al 13 giugno il termine per coloro che, a seguito del blocco, sono in ritardo con i lavori».

Dal 13 giugno in poi

«Da tale data si partirà a pieno regime con l’attivazione anche del servizio di salvataggio. Sarà una stagione diversa ma che comunque consentirà di godere delle nostre favolose spiagge nel rispetto delle misure di prevenzione e distanziamento sociale a cui il Covid ci ha abituato.

Per poter utilizzare i servizi offerti dai complessi balneari occorrerà seguitare a rispettare alcune semplici regole comportamentali per la sicurezza propria e di altri che ormai fanno parte della nostra vita quotidiana».

Le regole a cui attenersi

Ecco le principali regole: accedere dai percorsi dedicati; utilizzare la postazione di ombreggio e spostarsi all’interno della spiaggia e durante il bagno nel rispetto del distanziamento sociale; usare le mascherine laddove ce ne fosse bisogno.

Le attrezzature balneari e i servizi dovranno essere sanificati ogni giorno e ogni qualvolta che ce ne fosse bisogno secondo quanto indicato dal Ministero della Salute. Giro di vite a tutela del benessere della salute: sarà vietato fumare nei pressi delle aree giochi dei bambini. Confermata la campagna di sensibilizzazione per la riduzione dell’uso della plastica in spiaggia. Le spiagge libere potranno essere utilizzate secondo le indicazioni dei Sindaci con le medesime modalità delle aree in concessione.

Le conclusioni dell’Assessore Nicola Campitelli

«Sicuramente – conclude l’Assessore Nicola Campitelli – sarà un’estate diversa meno rumorosa, caotica ma comunque si potrà godere la bellezza delle nostre coste e mare in tranquillità e sicurezza».

 

La stagione turistica sta per cominciare: il nostro augurio è che tutti si attengano alle poche regole da seguire, per il bene comune.

 

Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana