Cellino Attanasio lavori pubblica illuminazione foto

Cellino Attanasio: lavori pubblica illuminazione

Cellino Attanasio: lavori di rifacimento pubblica illuminazione.

Il Comune di Cellino Attanasio riqualifica ed amplia infatti l’impianto di pubblica illuminazione.

Infatti il 24/06/2020 ha stipulato il contratto con la società Menowatt GE s.p.a. relativo al progetto che prevede i predetti lavori.

Si tratta di opere che porteranno grandi benefici all’intero impianto di pubblica illuminazione sotto il profilo tecnico. Serviranno anche a spendere di meno in quanto diminuiranno i consumi energetici ed aumenteranno i cosiddetti “lumen” necessari per un impianto efficiente ed in grado di dare la giusta luce alle superfici pubbliche illuminate.

Cellino Attanasio: lavori di rifacimento pubblica illuminazione – il Comune ha stipulato il contratto con la società Menowatt GE s.p.a. 

Gli interventi consentiranno infatti la riduzione del consumo dagli attuali 362.178 kWh/anno a 87.783 kWh/anno.

Inoltre consentirà di avere impianti di pubblica illuminazione ristrutturati e adeguati alla normativa vigente nonché un ampliamento degli impianti nelle zone prive del servizio

ll termine “efficienza energetica” significa soprattutto avere la capacità di ottenere un risparmio attraverso l’utilizzo di una quantità minore di energia a parità di rendimento e di comfort per l’utenza.

L’impianto di pubblica illuminazione esistente presenta inoltre molte criticità e non copre tante zone del territorio comunale: si tratta di un impianto antico e tradizionale che, oltre i grandi consumi, prevede anche molte spese di manutenzione.

Tecnologie innovative

L’illuminazione è scarsa in tante zone, la qualità dell’impianto è meno sicura, perciò si rende necessario l’adozione di tecnologie innovative. Tutte previste però nel progetto che si andrà a realizzare,

La caratteristica principale è costituita da lampioni a LED (Light Emitting Diode) che è un dispositivo optoelettronico che sfrutta la capacità di alcuni materiali semiconduttori di produrre fotoni attraverso un fenomeno di emissione spontanea quando attraversati da una corrente elettrica.

Riportiamo pertanto gli interventi previsti, tratti dal comunicato fb del Comune

Gli interventi

Gli interventi proposti nel progetto, in sintesi, sono i seguenti:

  • sostituzione di n. 586 apparecchi illuminanti esistenti (funzionanti e non) con nuovi apparecchi a sorgente led;
  • installazione di n. 15 nuovi pali fotovoltaici;
  • qualificazione di n. 25 pali fotovoltaici esistenti che presentano problemi di accensione;
  • sostituzione di n. 26 quadri elettrici esistenti, riqualificazione di n. 3 quadri elettrici esistenti e fornitura e posa in opera di n. 1 quadro elettrico nuovo.
    ampliamento di alcuni tratti di linea:
  • in contrada Faiete è prevista la realizzazione di circa 600 m di nuova linea di pubblica illuminazione con l’installazione di n. 23 nuovi punti luce;
  • nella zona Petrilli è prevista la realizzazione di circa 320 m di nuova linea di pubblica illuminazione con l’installazione di n. 13 nuovi punti luce;
  • in località San Martino è prevista la realizzazione di circa 60 m di nuova linea di pubblica illuminazione con l’installazione di n. 2 nuovi punti luce;
  • realizzazione di una rete a 169 Mhz che consentirà la modulazione dell’intensità luminosa del singolo corpo illuminante e la gestione di servizi urbani;
  • servizio di manutenzione a chiamata, per l’eliminazione di malfunzionamenti o situazioni di pericolo con interventi entro le 48 h dalla segnalazione;
  • servizi di manutenzione programmata a cadenza annuale.

Come si può constatare, il tutto è ispirato all’applicazione delle più moderne tecnologie e risorse energetiche.

 

Fonte foto principale: pagina facebook Comune di Cellino Attanasio

Torna alla Home Page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuto su AbruzzoOggi.it

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla newsletter

Call Now Button
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana