Giro d’Italia il racconto della tappa Pescara - Jesi foto

Giro d’Italia: il racconto della tappa Pescara – Jesi

Giro d’Italia: il racconto della tappa Pescara – Jesi.

Dopo il successo dell’anno scorso, anche quest’anno il Giro d’Italia torna a Pescara all’insegna della continuità e della valorizzazione sportiva, economica, sociale e culturale della Città.

Un splendida giornata di sole ha accolto i corridori che alle 12:20 circa sono partiti da Piazza Salotto, percorrendo poi Via Nicola Fabrizi, via Venezia, Piazza Italia, via Paolucci, per imboccare lungomare Matteotti, viale Riviera e poi verso Montesilvano con meta Jesi.

Giro d’Italia: il racconto della tappa Pescara – Jesi – tutti i dettagli

Una festa dello sport che ha visto una numerosa partecipazione di pubblico senza precedenti; le strade hanno assunto una miriadi di colori delle diverse maglie dei corridori, salutati con tanto entusiasmo.

Un successo organizzativo perfetto, sia sotto il profilo della sicurezza ambientale che per la cordialità e la soddisfazione degli organizzatori. Questi ultimi hanno visto così premiati loro sforzi e il loro lavoro.

Pescara ha salutato i ciclisti con una folta partecipazione di pubblico che ha occupato le strade dovunque era possibile.

Un vivo plauso perciò a quanti hanno contribuito in una meravigliosa unione di sinergie e di collaborazione reciproca a tutti i livelli.

Organizzare una partenza di tappa del Giro d’Italia non è una cosa da niente.

Richiede entusiasmo, sforzo organizzativo, competenza e collaborazione: tutti elementi che hanno contribuito all’ottima riuscita della manifestazione.

Il percorso

Non si è ancora spento l’eco della meravigliosa tappa con arrivo in salita al Blockhaus e, dopo la giornata di riposo di ieri si riparte.

Un percorso da Pescara a Jesi di (196 chilometri) che si può dividere in due parti.

Una prima interamente pianeggiante di circa 95 chilometri fino a Civitanova Marche, ed una seconda  con tratti di strada a pendenze variabili con brevi tratti in salita (con tre gran premi della montagna) e discese anche tecniche.

Un percorso particolarmente adatto ai velocisti con caratteristiche di passisti veloci.

La Città di Jesi ospita l’arrivo del giro dopo ben 37 anni La Cervia – Jesi. Allora la tappa fu vinta da Orlando Maini (erano i tempi della rivalità fra Francesco Moser e Giuseppe Saronni).

La gara

La gara ha avuto la caratteristica della lunga fuga di tre corridori: Alessandro De Marchi (Israel – Premier Tech), Mattia Bais (Drone Hopper – Androni Giocattoli)  e  Lawrence Naesen (Ag2R – Citroen).

I tre corridori si danno il cambio regolarmente e riescono a raggiungere un vantaggio che sfiora i 4 minuti e 40 secondi a Porto S. Elpidio.

Il gruppo  tiene sotto controllo i tre fuggitivi e raggiunge Bais e Naesen.

Un combattivo De Marchi a 31 chilometri dal traguardo tenta di non cedere proseguendo da solo la fuga, ma a 20 chilometri dall’arrivo ci sarà il ricongiungimento generale, con inizio delle tattiche e schermaglie.

Cambia tutto e il gruppo vola a circa 70 chilometri l’ora fra le meravigliose colline delle Marche.

A quella velocità non risulta semplice tentare una fuga, ma appena la strada accenna a salire ci sono ripetuti  allunghi (ci prova pure Vincenzo Nibali) senza alcun successo.

Gli ultimi cinque chilometri vedono la lotta fra i velocisti nel tentare di trovare la posizione buona per la volata.

Naturalmente il favorito numero uno è Mathieu Van Der Poel, a sorpresa, però vince Biniam Girmay che lo batte in una lunga volata, tecnicamente perfetta e passa alla storia come primo vincitore africano di una tappa del Giro d’Italia.

 

Foto di Paolo Di Sante

Consulta il nostro Calendario Eventi

Segui la pagina Facebook AbruzzoOggi

Torna alla Homepage AbruzzoOggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CAPTCHA


AbruzzoOggi.it 👉 Testata Registrata Trib. Chieti Decreto 27/21 15/01/2021 - Iscrizione ROC 12116/2021 10/03/2021
Direttore Responsabile: Marco Vittoria
protezione civile emergenza coronavirus
supporto al sistema sanitario Abruzzo
donazione croce rossa italiana
Call Now Button